PDA

Visualizza la versione completa : Anatre mute e germani



bugio13
04-05-10, 13: 56
Dalla prox stagione voglio iniziare ad allevare anatre mute e germani….
Adesso ho galline e gallinelle in cova con le uova di più allevatori per avere esemplari di provenienza diversa per non fare coppie o gruppi di consanguinei….
Ho un pollaio di circa 15 metri x 8 dove per ora ho una quindicina tra galline e gallinelle….
Vorrei sapere un po’ di cose da chi le ha già allevate….
1. C’è pericolo che si accoppino (intendo mute con germani) dando origine a ibridi?
2. Mi conviene dividere le mute dai germani al fine di evitare litigi?
3. Quante femmine di germani ci vanno con un maschio? E per quanto riguarda le mute?
4. Quando le femmine faranno il nido e le uova il maschio le disturberà (e di conseguenza dovrò isolarle) o non ci sarà questo problema?
Faccio tutte queste domande perché voglio già iniziare a predisporre il pollaio per assecondare le loro esigenze….grazie a tutti...

Alessandro Zago
04-05-10, 15: 18
Luigi ciao, cercherò di rispondere ai quesiti da te posti.
1) l'accoppiamento interspecifico potrebbe avvenire, è molto più probabile che ciò si verifichi tra il maschio d'anatra muta e femmine di germano (nonostante la sua mole, dipenderà inoltre dal numero di femmine che avrà a sua disposizione) che non l'inverso;
2) non è necessario, possono convivere pacificamente, una volta stabiliti i "ranghi gerarchici", vale a dire la precedenza nell'alimentarsi, nel disporre dell'acqua... Io quando allevavo anche le mute le tenevo tranquillamente assieme, senza problemi alcuni (qualche problema si verificava altresì tra il maschio d'anatra muta ed il maschio delle oche);
3) un maschio di germano si può tranquillamerte accoppiare con più femmine, vale a dire sino a 3, già con 4 femmine a sua disposizione la percentuale d'uova non feconde sarebbe alta, in quanto nutrirebbe delle simpatie per certe femmine "tralasiandone" delle 'altre. Lo stesso dicasi per il maschio d'anatra muta, sino a 3 femmine, una sarebbe troppo poca, in quanto dovendo vivere in un ambiente ben delimitato, potrebbe essere anche irruento nei suoi confronti, dandole "noie" (perciò avendo più femmine disponibili, il "rischio" che si possa accoppiare con le germane viene meno!);
4) durante il periodo della cova, io non ho mai separato il maschio dalle sue femmine, sia per una varietà quanto per l'altra.
Buon pomeriggio

bugio13
04-05-10, 15: 56
Alessandro....c'avrei scommesso le p..... che era un esperienza che avevi già provato...sei veramente un grande....
Ti faccio un altro paio di domande a questo punto...
1. Per quanti anni un maschio riesce a fecondare le femmine? Cioè dopo quanto diventa vecchio?
2. Le mute e i germani le potrò usare come balie anche per altri uccelli o si "offendono" se sostituisco loro le uova?
3. Covano tutte le femmine? O solo poche?

Poi passiamo ai pulcini (di galline di anatre intendo)...per quanto tempo tu dai loro solo mangime? Mia nonna mi ha sempre insegnato a dare loro solo mangime per un mese e poi iniziare a mischiarglielo con il grano triturato....cosa dici tu?

Alessandro Zago
04-05-10, 22: 52
Luigi allora, andando con ordine:
1) Sia i maschi che le femmine io li tengo per 6-7 anni, poi li "rinnovo" tutti.
2) Tanto le une quanto le altre potranno tranquillamente essere utilizzate come balie, ovviamente solo per palmipedi (non pensare di far covare uova di gallina od altro!); attenzione ai tempi d'incubazione, nel senso che ai Germani potrai far covare uova di Germanata Veneta, di Kaki Kampbell, di Corritrici indiane (solo per citarne alcune), mentre alle Muschiate potrai far covare anche uova d'oca.
3) Generalmente covano tutte le femmine, a patto che vengano loro forniti dei nidi piuttosto "protetti" ed occultati.
Riguardo all'alimentazione degli anatroccoli, fornisco loro, sin dai primi giorni, una dieta composta da 2/3 di mangime e 1/3 di farina di mais, dopo una settimana somministro loro del radicchio tritato finemente ed un pò di pane raffermo inzuppato e strizzato. Verso il compimento d'un mese di vita passo ad un 50% di mangime ed un 50% di farina di mais. Verdura sempre presente nella loro dieta. Dal secondo mese le alimento con 1/3 mangime e 2/3 mais macinato finemente. Dal terzo mese 1/4 di mangime e 3/4 di mais sempre macinato (pane e verdure come complementi).
Ciao

bugio13
05-05-10, 00: 19
Grazie...ma non ho capito una cosa...se ad esempio un'anatra germana si prepara il nido e prima che inizi acovare sostituisco le suo uova con quelle di fagiano, per quale motivo non dovrebbe covarle? Logico che poi appena usciti i piccoli li toglierei e li metterei sotto la lampada...è una domanda fatta per assurdo, nel senso che le uova di fagiano le farei covare alle gallinelle....

Alessandro Zago
05-05-10, 08: 22
...se ad esempio un'anatra germana si prepara il nido e prima che inizi a covare sostituisco le suo uova con quelle di fagiano, per quale motivo non dovrebbe covarle? Logico che poi appena usciti i piccoli li toglierei e li metterei sotto la lampada...è una domanda fatta per assurdo, nel senso che le uova di fagiano le farei covare alle gallinelle....
Luigi per covare covano ma il discorso e semplicissimo: quando mai hai visto un appartenente alla famiglia dei Galliformi andare a covare dopo un bagno in acqua ancora inzuppato? E' una questione d'umidità! Inoltre tieni presente un altro piccolo particolare: avrai modo d'osservare (se non l'hai ancora fatto), generalmente tutti gli Anseriformi, a differenza dei Galliformi, aiutano la schiusa dei loro nidifughi "frantumando" e schiacciando il guscio delle uova, cosa questa che gli appartenenti ala seconda famiglia non fanno! In effetti in un nido di galline, fagiani, quaglie (solo per citarti alcuni esempi), tu avrai modo di trovare, a schiusa avvenuta, le parti dei gusci calcarei, per contro nei nidi degli Anseriformi troverai i gusci frantumati sul fondo del nido e le "pellicole" che rivestono l'interno dell'uovo quasi prive di guscio calcareo. Tutto ciò è dovuto al fatto che, le oche, le anatre, i cigni, al momento della nascita dei piccoli, "schiacciano" l'uovo per agevolarne la schiusa ai loro piccoli.
Questo ho avuto modo di appurarlo molti anni fa, quando avevo fatto incubare delle uova di gallina a delle femmine di germano: il risultato è stato che tutti i pulcini, perfettamente "completi" e pronti per la schiusa, li ho rinvenuti schiacciati (ed ovviamente morti!) all'interno della pellicola che si trova all'interno dell'uovo!
Quindi se vorrai far baliare uova d'Anseriformi a galline ben venga, però ti sconsiglio di fare l'operazione opposta!
Buona giornata

bugio13
05-05-10, 11: 34
Io ti posso dire che sotto le mie gallinelle ho fatto nascere veramente di tutto (dalle quaglie alle oche passando per anatre e faraone) ma non ho mai avuto in vita mia nessuna esperienza con la cova di anatre o affini….quindi questa cosa non la sapevo proprio….
Ho sempre l’accortezza, quando metto loro a covare uova di anatidi, di bagnare il petto delle gallinelle ogni uno o due giorni per creare l’umidità giusta nel nido….credo che sia una cosa che si debba fare…è giusto?
Comunque è vero quello che hai detto, cioè che le i gusci delle uova di gallinella e simili rimangono praticamente intatti….
Poi…ho una coppia di anatre nostrane (gialle e marroni per capirci) ma fanno poche uova o forse se le mangiano…ma la mia domanda è: questo tipo di anatre si cova le uova o no? Io ho sempre sentito di no, però avevo un anatra simile qualche anno fa che aveva la tendenza a covare, anche se poi non l’ha mai fatto perché era troppo disturbata….

Alessandro Zago
05-05-10, 15: 15
Io ti posso dire che sotto le mie gallinelle ho fatto nascere veramente di tutto (dalle quaglie alle oche passando per anatre e faraone)...
Luigi condivido appieno, solo che la "manovra" inversa non è fattibile!
Riguardo all'altra tua coppia d'anatre nostrane, dalla descrizione credo siano delle Germanate Venete incrociate con delle Pechino, non sempre covano le proprie uova, infatti possono anche deporne parecchie, le femmine di quelle razze "pesanti" hanno perso molte volte l'istinto d'incubarsele autonomamente. Sono rare quelle che portano a termine il loro ciclo riproduttivo.
Ciao

bugio13
05-05-10, 16: 31
Bravo...non mi veniva il nome...sono delle Pechino semplici semplici....
Bene bene allora ti farò sapere come procede la mia avventura....

mattypinna
06-05-10, 21: 31
posso confermare che che le anatre mute schiudono ( con successo ) le uova di gallina, non so per i germani, ma con le mute è fattibilissimo!!!

Alessandro Zago
06-05-10, 23: 08
posso confermare che che le anatre mute schiudono ( con successo ) le uova di gallina, non so per i germani, ma con le mute è fattibilissimo!!!

... Sei stato fortunato allora, i tentativi da me fatti con le mie erano finiti tutti male: se i pulcini di pollo non venivano schiaccciati, morivano inzuppati d'acqua nel nido!
Ciao

mattypinna
06-05-10, 23: 17
beh hai ragione, io c ero riuscito, ma l' anatra non aveva a disposizione una grande vasca con acqua, non si poteva inzuppare completamente...

Amblynura
11-05-10, 04: 57
Salve. Io so che le anatre mute sono generalmente delle brave madri a differenza delle razze medie o pesanti del Germano domestico. Le mie anatre nane covavano con assiduità le loro uova , ma ciò avveniva lontano dal pollaio. Facevano il nido in luoghi nascosti, tra le piante.