PDA

Visualizza la versione completa : Pazzesco...il Fantallevatore In Calabria...leggi Fatte Senza Cogitazione



-CaRiOcA-
27-06-08, 11: 57
Salve a tutti
scrivo quest post esclusivamente per rendervi partecipe di una delle tante stranezze che succedono in calabria.
Ovvio è che lo stesso, non ha solo valore informativo, anzi, se qualcuno di voi è disposto ad unirsi a noi allevatori calabresi per risolvere il problema, qualora interessasse anche voi...sarei ben lieto di accettare la vostra alleanza.

La legge Calabrese in tema di detenzione cita così:
Art. 14
Specie ammesse

1. E`consentita la detenzione di un massimo di ottanta esemplari per allevatore delle seguenti specie detenibili: Cardellino (Carduelis Carduelis), Ciuffolotto (Pymila pyrmila), Fanello (Acanthis cannabina),Fringuello (Fringilla coelebs), Lucherino (Carduelis spinus), Organetto (Cerduelis flammea), Ortolano (Emberiza hortulana), Peppola (Fringilla montifringilla), Verdone (Carduelis cloris), Verzellino (Serinus serinus), Zigolo Giallo (Emberiza citrinella), Zigolo Nero (Emberiza cirlus), Zigolo Minore(Emberiza pupilla), Zigolo Muciatto (Emberiza cia);

questo per quanto riguarda le specie da denunciare e che si posso allevare senza problemi.
Lasciando perdere il fatto che, nella nuova modifica della stessa legge noi allevatori calabresi DOBBIAMO DENUNCIARE ANCHE : SOGGETTI MUTATI e IBRIDI con un parentale che è incluso nel precedente elenco.

Non so come vanno da voi le cose...però questa è la situazione in calabria...
praticamente io che avevo deciso di prendere delle coppie di CROCIERI, non posso farlo perchè sarei UN FUORILEGGE.
O meglio, posso acquistare i soggetti con regolare certificato, ma qualora dovessero nascere i pullus, dovrei anellarli con anellino FOI inamovibile non potrei denunciarli e quindi sarei sempre FUORILEGGE.
Quindi mi vedo costretto a rinuciare all'allevamento di questa specie semplicemente perchè non sono IN ELENCO!!!!Pazzesco.
questo denota che questo elenco è stato stilato da persone non addette ai lavori, e si vede anche che non conoscono nemmeno la fauna presente in calabria.
Posso dirvi che per esempio...in elenco manca Il Frosone, però in montagna, ovvero a 30 km da Reggio Calabria sono stati avvistati e un tempo anche catturati.
Idem la situazione del ciuffolotto....è presente in elenco il Phyrrula Phyrrula e non è presente il crociere????
non sto facendo una polemica soltanto perchè non mi stanno dando la possibilità di allevare i soggetti che voglio...ma la cosa vale anche per altre specie che non sto menzionando.
Ieri sera mi sono sentito con Francesco Stuppello e con Cesare Frangella....speriamo dimigliorare la situazione...ma intanto la realtà è questa.

Enzo Patané
27-06-08, 18: 51
Ciao Santi. leggendo il tuo post mi è venuto in mente una cosa.
Conoscete per caso un naturalista che possa stendere una relazione firmata sulle specie aviari autoctone presenti in Calabria?
L'idea sarebbe di inviare una lettera al Presidente della Regione Calabria ed agli assessori ambiente e caccia facendo presente l'errore e chiedendo al rettifica.
Chiaramente sotto l'egida di AOE in modo tale da non esporvi personalmente.
Che ne pensi tu Francesco e gli altri?
Ciao
Enzo

Fioravante Prontera
27-06-08, 19: 03
Ottima idea Enzo!!! //[[]]

-CaRiOcA-
27-06-08, 21: 00
ciao Enzo...mi sembra davvero un ottima idea, non lo conosco ma cercherò di mettermi in contatto con qualcuno così da poter rettificare il tutto e stilare la presenza degli uccelli presenti in calabria.

sono contento se si potrà risolvere....la questione.

-CaRiOcA-
27-06-08, 21: 06
P.S.: voglio aggiungere una cosa....ci sono certe specie di uccelli, vedi ad esempio Il Venturone, che è presente in corsica e in sardegna, però se un allevatore del nord per esempio di varese volesse allevare i venturoni, basta soltanto prendere gli uccelli regolarmente denunciati e sperare nel loro allevamento.
così ho preso il venturone per fare un esempio....però ce ne sarebbero di molti altri....io dico che sarebbe meglio semplicemente non creare una lista restrittiva, perchè comunque l'organetto in calabria non c'è, ma non per questo credosia una giusta scusa per impedirne l'allevamento; specialmente per il resto delle specie dell'organetto..exilipes, hornemanni etc etc...cioè praticamente se io dovessi acquistare un organetto artico...NON LO POTREI ALLEVARE...ragazzi questo non è STIMOLARE L'ALLEVAMENTO E LA SALVAGUARDIA DEGLI UCCELLI ALLEVATI IN GABBIA...ma rappresenta uno stimolo ad abandonare l'allevamento veroe proprio dei fringillidi...e dedicarsi ad altro..o peggio a dedicarsi alla cattura.
ciao

Francesco Stuppello
27-06-08, 22: 55
Santi vorrei fare due precisazioni,

1) Il venturone non vive solo in Sardegna e Corsica, ma anche nella Spagna occidentale, Pirenei, Francia meridionale, paesi alpini, Italia del nord, Germania. In questi paesi vive la specie nominale: Serinus citrinella citrinella, mentre nelle isole prima citate vive la sottospecie serinus citrinella corsicanus.

2) Le specie per le quali va chiesta l'autorizzazione all'allevamento a parte il caso calabrese, non sono quelle presenti nella singola regione, ma quelle che vivono sul territorio europeo, ad esempio tra quelle che vanno denunciate in Italia figura il trombettiere che è addirittura una specie africana, ma poichè una piccola colonia vive a Gibilterra viene considerato europeo. Ho letto sul sito della provincia di Arezzo che li viene considerato come indigeno anche il verzellino fronte rossa che vive in Asia e ad occidente si spinge al massimo fino alla Turchia.

-CaRiOcA-
28-06-08, 00: 38
Si, era quello che volevo dire...ma nella foga e nella fretta mi sono espresso male.
Era questo comunque ciò che intendevo...non si devono fare semplici ELENCHI..ma semplicemente dare la possibilità di allevare tutto ciò che è presente in europa.

Enzo Patané
28-06-08, 20: 13
Si, era quello che volevo dire...ma nella foga e nella fretta mi sono espresso male.
Era questo comunque ciò che intendevo...non si devono fare semplici ELENCHI..ma semplicemente dare la possibilità di allevare tutto ciò che è presente in europa.
Capisco perfettamente quello che vuoi dire ma Roma non è stata fatta in un giorno e penso che già avere un riscontro sulle specie autoctone sarebbe già un buon risultato.
Enzo