Il Museo Ornitologico Ŕ interamente dedicato all'avifauna. Vi si trovano esposti oltre 600 esemplari di volatili in ottimo stato di conservazione, scrupolosamente catalogati e raggruppati per specie dalle pi¨ comuni alle pi¨ rare, o addirittura rarissime, a quelle in via d'estinzione.

Alcuni esemplari risultano purtroppo giÓ estinti non solo a livello locale e regionale ma anche nazionale.

La collezione, risalente alla fine degli anni '50, quando la legge consentiva non solo la caccia della quasi totalitÓ delle specie avicole ma anche la tassidermia, ossia l'arte di impagliare gli uccelli, e il frutto di una passione che i fratelli Paolo e Giuseppe Azzara hanno coltivato per pi¨ d'un trentennio.

Cacciatori per vocazione, imbalsamatori di professione, i due gioviali gemelli chiaramontani oggi sono diventati protezionisti, rafforzando ulteriormente le spiccate tendenze naturalistiche.

Una ricerca costante, una fitta rete di contatti con altri collezionisti, una molteplicitÓ di scambi hanno arricchito, giorno dopo giorno, le loro vetrine di specie pregiate, di esemplari esotici, di volatili non comuni per il nostro territorio.

La collezione, acquistata in un primo momento dalla Regione Sicilia e successivamente ceduta al Comune di Chiaramonte Gulfi, Ŕ oggi fruibile, a pochi metri di distanza dai Giardini Pubblici, in un ampio salone che contiene 14 vetrine facendone il terzo Museo ornitologico siciliano per completezza e sistematicitÓ scientifica.
Vi si possono ammirare esemplari comunissimi nei cieli iblei fino a poco tempo fa ed oggi purtroppo irrimediabilmente perduti come l'Avvoltoio monaco, l'Avvoltoio degli agnelli e il Capocavaccaio, il pi¨ piccolo degli avvoltoi; o ancora, il Nibbio reale, prima di casa nel ragusano, ed il Grifone, significativo per l'ornitologia iblea, l'Aquila dei bonelli e l'Aquila anatraia maggiore e minore, tutti scomparsi per problemi ambientali.

Interessanti le specie marine e palustri con splendidi esempi di Cormorani, Pellicani, Fenicotteri e Gru; non meno interessanti le comunissime Gazze, le Cornacchie, le Rondini, gli uccelli notturni.

Clicca il link in basso per accedere alla visita al Museo interattiva e virtuale.

Attendere che carichi la pagina, usare frecce e zoom per osservare dentro le teche e girare dentro il museo.

http://www.comune.chiaramonte-gulfi....itologico.html