Nuovo editoriale dal titolo "PRINCIPALI MALATTIE DEI NOSTRI PICCOLI AMICI VOLANTI" a disposizione gratuita per tutti i nostri utenti nella sez. Editoriali A.O.E. all'interno della "Nuova Segreteria AOE"
+ Rispondi
Pagina 2 di 2
primaprima 1 2
Visualizzazione dei risultati da 11 a 13 su 13

Discussione: Il mio sogno...

  1. #11
    Cadetto del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Marco Elidori

    L'avatar di Marco Elidori
    Registrato dal
    22-02-14
    residenza
    il mondo
    Messaggi
    96

    Grazie delle spiegazioni. .magari forse anch'io tra Vent'anni..un giorno potrò. ...

  2. #12
    Senior member del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di massimo46

    L'avatar di massimo46
    Registrato dal
    13-08-12
    residenza
    massa
    Messaggi
    435

    ogni mattina osservo d'avanti casa in gheppio che caccia storni, è uno spettacolo della natura, sta fermo in aria osserva e poi giu' a mille sulla preda, meraviglioso, se avessi spazio mi piacerebbe averne uno, ma chi lo sa' che un giorno non possa succedere!!

  3. #13
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di als


    Registrato dal
    12-06-11
    residenza
    lucca
    Messaggi
    27

    Non parlo di cites perché immagino che sia un argomento conosciuto ai più; per quanto riguarda i rapaci ritengo che non si debba mai dimenticare che parliamo di predatori e la predazione è per loro importante.
    Da un punto di vista legislativo viene normata la caccia ovvero il falco è considerato uno strumento di caccia al pari del'arco e del fucile per cui, seguendo tale norma, è consentito volare il falco per attività venatoria.
    A mio sapere non mi risulta che ci siano leggi nazionali che vietino il volo libero di un rapace (discorso diverso per leggi restrittive a livello locale) per cui è possibile volare un rapace senza avere licenza di caccia. Il limite è sottile e soggettivo per cui, pur non essendoci legge che vieti di volare un falco, c'è sempre la possibilità che si venga colti in "atteggiamento venatorio". In questo caso i problemi sono molti e personali (c'è il penale) e non sarà facile dimostrare che si stava semplicemente portando a spasso un rapace.
    Per quanto mi riguarda ho licenza di caccia e specifica autorizzazione della mia provincia che mi autorizza a volare i falchi per 365 gg l'anno ma con il divieto assoluto di fare prelievo venatorio. Come capite questa ultima limitazione è cosa assai delicata e mai certa.

    Per quanto riguarda l'addestramento di un rapace ci sono differenze tra i vari "falchi" e ancora differenze tra soggetto e soggetto e tra maschio e femmina. In generale un falco è un animale opportunista che può essere condizionato a rispondere a determinati richiami per le specifiche di addestramento scelte dall'uomo.
    Non sarà comunque mai un animale con padrone e non ci sarà mai certezza che si riporti il falco a casa ogni volta che si vola.
    Il legame tra uomo e falco (uomo/cane/falco) è un legame sottile, invisibile fatto di regole, sensibilità e di capacità di leggere i segnali che ogni falco ci racconta con il suo comportamento.

    Personalmente non ho seguito alcun corso ma ho cercato di documentarmi per alcuni mesi prima di parlare con un falconiere esperto. Non ci vuole fretta mentre invece ci vuole molta passione e umiltà.... io iniziato da una decina di anni e inizio a capire quando sia ignorante

    ale

+ Rispondi
Pagina 2 di 2
primaprima 1 2

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi