Interessante editoriale dal titolo “” BirdGarden "" nell'apposita sezione Editoriali dell’A.O.E. a disposizione gratuita per tutti gli utenti
+ Rispondi
Visualizzazione dei risultati da 1 a 6 su 6

Discussione: "I lumps"

  1. #1
    Silver master European Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di marco cotti

    L'avatar di marco cotti
    Registrato dal
    06-07-07
    residenza
    invorio (NO)
    Messaggi
    6,774

    "I lumps"

    "I lumps"
    In lingua inglese il vocabolo significa grumo, ciste; parlando dell'affezione che colpisce gli uccelli si intende un groviglio formato da piume sottili, quasi filiformi, che invece di crescere normalmente distese, si attorcigliano le une con le altre stentando ad uscire dall'epidermide, restano in essa imprigionate ed aggrovigliate formando appunto una ciste più o meno sviluppata che può andare dalla grossezza di un chicco di miglio a quella di un pisello; le prime sono di tipo superficiale, le seconde con radici più profonde.
    Le zone più colpite sono le ali (spalle) ed il groppone; se il male ha più vasto sviluppo, anche i fianchi e il petto; mai la testa, il collo e l'addome.
    Quando si parla di "lumps" subito si pensa al Norwich ed al Crested essendo queste le razze più predisposte; io stesso, però, l'ho riscontrato, anche se più raramente, su Gloster e Border, mai su Lizard e York.
    Causa del "lump" è il ripetuto accoppiamento tra soggetti brinati che generano canarini con piumaggio troppo lungo, sottile, floscio e quindi scomposto che favorisce la formazione del grumo plumeo.
    La causa è certamente questa, però c'è da chiedersi perché il fenomeno non si verifica negli York, benché sovente qualche nostro allevatore, sia per scarsità di intenti, sia per inesperienza, esegua accoppiamenti tra soggetti entrambi brinati. E il perché il "lump" è raro nei Gloster, anche se le coppie sono quasi sempre formate da canarini brinati?
    Come tutte le malattie, anche questa può manifestarsi in maniera più o meno violenta e quindi svilupparsi in modo diverso. In certi soggetti le cisti si moltiplicano rapidamente, grandi e piccole; in tal caso il canarino è condannato a breve scadenza. Se invece i grumi sono piccoli e in numero veramente esiguo (due o tre) ed in particolare quando si trovano sulle ali o sulle spalle, si possono estrarre disinfettando la ferita con soluzione in parti uguali di jodio e glicerina. Sarà bene tener pronto un po' di cotone emostatico in caso di lieve emorragia.
    Comunque, anche in questi casi benigni ed a cisti estirpate, benché il canarino appaia normale e vispo, presto o tardi il "lump" apparirà ancora, magari in forma più grave. C'è da augurarsi, quindi, di non riscontrare mai o il meno possibile questa malattia, perché i soggetti colpiti sono praticamente inutilizzabili né per mostre (il piumaggio non sarà mai perfettamente aderente) né per la riproduzione perché, in generale, il "lump" è ereditario.
    Fortunatamente si possono verificare eccezioni a questa regola: infatti più di una volta (due per l'esattezza) da coppie formate con un soggetto malato ho avuto figli esenti da cisti anche dopo ripetute mute. Tutti i canarini nei primi mesi di vita non hanno cisti; queste appaiono in generale dopo la prima muta, più raramente alla seconda.
    Ho sempre evitato l'impiego di soggetti con "lumps". La prima volta che ho trasgredito a questa giusta regola, è stato diversi anni fa.
    Per vari motivi, che è inutile qui raccontare, al momento degli accoppiamenti mi trovai con una sola coppia di Norwich di buono standard; solo allora mi resi conto che il maschio aveva due "lumps", uno per lato, nei pressi dell'attaccatura della spalla. Data la stagione inoltrata, ogni ricerca per avere un altro maschio brinato da accoppiare alla femmina intensa risultò vano.
    Avevo già deciso di rinunciare ai Norwich per quella stagione, quando pochi giorni dopo sentii cantare forte il maschio in piena forma amorosa. Vincendo ogni scrupolo, formai la coppia; il maschio subito saltò la femmina che in seguito depose tre uova risultate poi bianche. Al secondo nido, da tre uova nacquero tre piccoli che all'epoca della muta erano veramente belli. Durante la muta, ed in seguito ancora, osservavo sovente i canarini sempre temendo di veder spuntare qualche ciste. Non credevo ai miei occhi, non se ne vedevano! ... Due dei tre li ho tuttora, sempre immuni, non solo, ma anche i figli che in seguito hanno avuto sono sempre risultati sani. Il padre, invece, nell'inverno successivo all'accoppiamento, morì perché i due piccoli grumi si erano moltiplicati in modo impressionante.
    Nella passata stagione avevo invece una femmina Crest Bred con "lumps"; sperando si ripetesse quanto avvenuto per i Norwich, l'accoppiai; ne ebbi due piccoli, uno morto per incidente, l'altro (femmina) vispo e tuttora vegeto, sanissimo.
    Anche in questo caso, nella femmina madre il male in seguito progredì e si estese con numerosi piccoli grumi che appunto per la piccolezza erano assai superficiali. Il canarino sembrava non soffrirne eccessivamente visto che era grasso ed in buone condizioni, però avevo deciso di non usarlo più. Lo regalai ad un amico il quale si propone, comunque, di accoppiarlo nella prossima stagione. Vedremo con quali risultati. In conclusione, domanderà il lettore, si devono o no impiegare in allevamento soggetti con "lumps"? No, direi, salvo rarissime eccezioni là dove il rischio valga la candela ed il male sia di lieve entità.

    Enrico Peloso


  2. #2
    Cadetto del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di eslu68


    Registrato dal
    21-11-07
    residenza
    castel cisterna napoli
    Messaggi
    50

    Ciao
    Scusa ma i lumps si possono formare anche perche da piccoli beccati dalla madre o fratelli in nido o in gabbia?

  3. #3
    Master Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Giulio G.

    L'avatar di Giulio G.
    Registrato dal
    10-12-07
    residenza
    modena
    Messaggi
    941

    Viene anche nei Mosaico, sebbene siano canarini di colore, ma hanno il piumaggio brinato.
    Il lumps si può formare anche a causa di beccate, ma in pochi casi. Molto dannoso è quello che si forma nel codione.
    Si vede qualche lumps anche nei gloster, razza che allevo. Ho accoppiato qualche soggetto a cui si era formato il lumps a 3/4 anni, valutando bene il piumaggio della coppia, senza avere danni apprezzabili sulla prole.(1 figlio, nessun nipote) Meglio non accoppiare i soggetti che presentano il lumps da giovani.
    Piano piano, senza fretta, un passo alla volta.

  4. #4
    Magistrus
    Nazionalità:
    La bandiera di Tony Buglisi

    L'avatar di Tony Buglisi
    Registrato dal
    23-11-11
    residenza
    Torino
    Messaggi
    4,775

    Giulio ma secondo te è davvero trasmettibile geneticamente? Perche se riflettiamo sul perche si formano mi viene da dire che a questo punto basta accoppiarlo con un soggetto con un bel piumaggio attillato e corto e non potrebbe ripresentarsi nei figli perche sicuramente si accorcerà il piumaggio

  5. #5
    Master Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Giulio G.

    L'avatar di Giulio G.
    Registrato dal
    10-12-07
    residenza
    modena
    Messaggi
    941

    Il lumps è trasmettibile geneticamente, ormai è provato, ma....
    I soggetti che hanno il lumps alla prima muta NON si accoppiano. Quelli che alla seconda muta ne fanno uno molto grosso o hanno più di un lumps, NON si accoppiano più, i loro figli vanno tenuti sotto controllo e accoppiati tenendo conto del piumaggio. Se qualche loro figlio ha il lumps, NON si accoppia, quelli che non lo hanno puoi usarli, non in consanguineità, controllando il piumaggio del partner e tenendo sempre tutto registrato !!
    Se uno dovesse eliminare tutti i soggetti parenti di quello che ha il lumps, ciao allevamento !!
    Curando con attenzione i piumaggi, usando un buon intenso quando serve, si riesce quasi ad eliminare.
    Piano piano, senza fretta, un passo alla volta.

  6. #6
    Magistrus
    Nazionalità:
    La bandiera di Tony Buglisi

    L'avatar di Tony Buglisi
    Registrato dal
    23-11-11
    residenza
    Torino
    Messaggi
    4,775

    Grazie Giulio, sempre molto preciso

+ Rispondi

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi