Anche quest’anno saremo presenti a Reggio Emilia – Vi aspettiamo al nostro stand, per un saluto e per scambiare due chiacchiere
+ Rispondi
Visualizzazione dei risultati da 1 a 9 su 9

Discussione: Nuova aventura coi diamanti australiani?

  1. #1
    Cadetto del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di 4L3X4ND3R

    L'avatar di 4L3X4ND3R
    Registrato dal
    07-04-13
    residenza
    Trevignano Romano(Rm)
    Messaggi
    85

    Nuova aventura coi diamanti australiani?

    Salve a tutti! avrei bisogno di qualche parere e ttestimonianza diretta circa l'allevamento dei varri diamnti australiani e affini.premessa:lo spazio disponibile all allevamento e una stanza di 2.60 x 2.70 dove c'è un lavandino,luce,finestra.in linea di massima ci starebbero 6+3 voliere da 120 cm.qualle delle coppie di diamanti australiani e afini mi consiglieresti per l'allevamento nelle volierette da 120,possibilmente in purezza,da qualle magari ci si puo avere un decente rientro delle spese trammmite la cessione dei novelli,quindi escluderei i diamanti mandarino.aspetto vostre testimonianze per decidere sull da farsi,premettendo che allevo anche ondulati di colore.grazie a tutti!

  2. #2
    Royal member del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di carpodaco

    L'avatar di carpodaco
    Registrato dal
    02-12-09
    residenza
    Montepulciano SI
    Messaggi
    584

    Questa è la mia testimonianza....Allevo in una stanza dove ci sono due batterie di gabbie.La prima ha otto gabbie da 90 e la seconda dodici da 60.Nella prima ospito le coppie di riproduttori,quest'anno quattro coppie di mascherati,tre di codarossa e una di grandi cantori di cuba.Nella seconda batteria invece ospito le balie.Inoltre sopra le due batterie rispettivamente ci sono altre due gabbie da 90 e una da 120.Quest'anno si sono riprodotte due coppie di mascherati,tre di codarossa e i grandi cantori sono fermi alla costruzione del nido.Ho ottenuto da febbraio ai primi di maggio 38 codarossa e 27 mascherati.Per poter rientrare un minimo delle spese ti sconsiglio la purezza perchè il numero di pulli svezzati diminuisce notevolmente a parte i gould che ormai sono in grado di svezzare un buon numero di pulli. Per la maggior parte degli estrildidi per aver dei buoni risultati numerici occorrono le balie .
    Potresti concentrare i tuoi sforzi su specie meno comuni come gli africani o come certe erythrure.E comunque scordati di rientrare del tutto delle spese.Quando si coltiva questa passione da amatori e non si possiedono gli spazi e le strutture adatte e non si partecipa alle mostre ottenendo risultati difficilmente si riesce a piazzare al giusto prezzo.
    Io al momento ho ceduto in blocco i mascherati a venti euro a coppia e parte dei codarossa allo stesso prezzo.

  3. #3
    Staff del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Tony Buglisi

    L'avatar di Tony Buglisi
    Registrato dal
    23-11-11
    residenza
    Torino
    Messaggi
    4,775

    E io che mi lamentavo di non guadagnare nulla con i canarini, almeno 20 euro l'uno li prendo e non ho mai esposto nulla

  4. #4
    Silver master European Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Fabio Musumeci

    L'avatar di Fabio Musumeci
    Registrato dal
    16-04-10
    residenza
    Siracusa
    Messaggi
    8,876

    I Diamanti di Gould sono quelli con rapporto facilità di allevamento/valore economico che si trovano nella fascia media fra gli estrildidi esotici, cimentarsi con specie più difficili da allevare significa investire molto più denaro, avere molta più esperienza, e accontentarsi di risultati in termini numerici più risicati.
    Inoltre uno stanzino va bene per pochissime coppie, ma se le tieni come gioielli può andar bene, basta che abbia il giusto ricambio d'aria, non sia soggetto a forti sbalzi termici, e sia fortemente illuminato.
    Se ne facciamo un discorso puramente economico, quello a cui bisogna puntare è la qualità...cioè ottenere ottimi piazzamenti e vittorie alle mostre più prestigiose, e questo si può fare anche con dei "semplici" canarini gialli, altrimenti meglio accontentarsi di soddisfare la propria passione e vendere i propri novelli a basso prezzo.
    RNA - 442X - RAE - 0487



  5. #5
    Amministratore
    Nazionalità:
    La bandiera di Paride

    L'avatar di Paride
    Registrato dal
    08-07-10
    residenza
    Sicilia
    Messaggi
    5,234

    Hai parlato di locali, spazio, allevamento in purezza (sai di cosa stai parlando?), rientro di spese ma ....... non hai detto se hai esperienza con gli estreldidi.

    Io mi sono avvicinato ai Diamanti di Gould prefissandomi di fare una gavetta e quindi esperienza con specie più semplici e facili, come appunto i Diamanti Mandarino.
    Premetto che non ero proprio "asciutto" d'allevamento poichè oltre ai canarini avevo specie particolari come Barrati e Fischer, Gropponi ed anche Cardellini ma.... mai esotici.

    Nei tre anni di allevamento di Diamanti Mandarini, mi sono reso conto dei meccanismi totalmente differenti delle specie già allevate in precedenza, delle difficoltà che possono incontrarsi, dei tempi, delle diversità tra le varie specie e molto (sempre relativo) di tutto ciò che avrei dovuto affrontare nell'avventurarmi in specie considerate "difficili".
    Quindi inizialmente presi solo due coppiette di Gould e da allora con questo è il 5° anno che allevo Gould e seppure si può sempre contare sugli amici del forum, ti posso confermare che se sono riuscito a superare le "mie" difficoltà pratiche di allevamento, in buona dose è stato grazie all'esperienza maturata.

    Questo mio scritto non vuol essere inteso come atto denigratorio di una grande iniziativa ma se può causarti un solo un attimo di riflessione, credo di aver raggiunto lo scopo.


    ROE - A.O.E. 016 - F.E.O.0016SV 085AIAP 26

  6. #6
    Cadetto del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di 4L3X4ND3R

    L'avatar di 4L3X4ND3R
    Registrato dal
    07-04-13
    residenza
    Trevignano Romano(Rm)
    Messaggi
    85

    ma certamente,paride,ci contavo sull tuo intervento,come su quello di fabio,nonche di carpodaco.in effeti,esperienza coi estrildidi non ne ho,allevo ondulati di colore da piu di qualche anno,ma ahime,mi vedo costretto a chiudere questa esperienza,causa improvisa e virulente manifestazione della muta francese,probabilmente introdotta attraverso i ultimi arrivi in allevamento,verso i ultimi di gennaio.quindi,mi son rivolto a voi,con la speranza ch voi mi indicchiate le potenziale difficolta che andrei ad affrontare,difficolta che magari,benche allevatore di ondulati,non riesco mettere nell conto,visto che l'unica mia esperienza coi estrildidi si riduce ad una coppia di gould di roberto condorelli,qualche anno fa,che benche avevano covato con asiduita le 6 uova,il maschio aveva deciso di defenestrare uno per uno i pulli,man mano che uscivano dall uovo,quindi dato lo scarso tempo,nonche spazio a disposizione per le balie,ceddi la coppia ad un mio amico.da allora,le cose son cambiate,cambiato casa,e quindi adesso ho questo piccolo locale,prima addibito a lavanderia,fuori mio appartamento,ma sempre all interno dell palazzo,sullo stesso pianerottolo.vista la grande delusione coi ondulati,che dopo tanto lavoro,viaggi a destra e sinistra a prendere determinati esemplari che mi servivano,le attrezature e quant'altro,adesso non me la sento piu di ricominciare una cosa in grande.vorrei solo mettere su 3 o 4 coppie di estrildidi,visto che in generale li ho sempre gradite molto,dopo i ondulati,cosi da poter coltivare la mia passione,questa volta in piccolo.sicuramente ne prendero una coppia di gould,dato che li trovo magnifici,ma vorrei provare anche altro.son molto atraenti i diamanti ruficauda,guttato,pappagallo,ma andando a seguire il consiglio di carpodaco,ho scoperto tutta una serie di estrildidi africani,pressoche sconosciuti a me,che mi son piacciuti molto a livello visivo.quindi,se avete qualche altra specie, oltre i gould, da consigliarmi,sarrei piu che contento di sentir parlare.tornando all discorso iniziale di logistica,lo spazio e sempre 2.60 x 2.70.su una delle parete andrei a posizionare le gabbie dei estrildidi,e sulla parete con la porta adiacente a quella dei estrildidi andrei magari a posizionare qualche gabbia di pdg,quallora il loro uso fosse richiesto.dai,dattemi nuove idee,ho bisogno di scrollarmi di dosso questo incubo che sto vivendo coi ondulati con la loro muta francese,abbiate pieta!

  7. #7
    Amministratore
    Nazionalità:
    La bandiera di Paride

    L'avatar di Paride
    Registrato dal
    08-07-10
    residenza
    Sicilia
    Messaggi
    5,234

    Beh...... a questo punto vedo solo due possibilità.

    La prima è quella di fare il grande passo alla cieca sperando che tutto vada per il meglio.

    La seconda, più logica e sensata, è quella di chiedere a "carpodaco" (considerato che tutto sommato non siete proprio lontani) di poter visitare il suo allevamento e di poter constatare di persona l'allevamento di questi esotici cercando di apprendere il massimo possibile. Se poi sarai ancora interessato, credo tu sia sul posto giusto per acquistare delle coppiette di tuo gradimento tanto per cominciare questa nuova esperienza.

    Un dubbio, però, mi frulla in testa: come riuscirai ad abituarti al dolce, soave, sommesso ed aggraziato canto di questi meravigliosi esotici sostituendolo al frastuono della caciara e del rumore assordante delle cocoriti ??????



    ROE - A.O.E. 016 - F.E.O.0016SV 085AIAP 26

  8. #8
    Staff del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Pantaleo Rodà

    L'avatar di Pantaleo Rodà
    Registrato dal
    31-08-09
    residenza
    Pieve Vergonte (VB)
    Messaggi
    6,873

    Ciao Silvio, mi spiace tantissimo per gli ondulati...immagino anche il tuo stato d'animo, il virus della "muta francese" è una brutta bestia da affrontare. Comunque ho anch'io degli estrildidi: passeri del Giappone, Diamanti mandarini, Diamanti di Bichenow e Diamanti di Gould, tutte specie che ho riprodotto in purezza e che, con qualche accorgimento, sono relativamente semplici da gestire; effettivamente l'ideale sarebbe iniziare con le prime due che ti ho detto, per "prenderci la mano", anche se il ritorno economico è minimo...
    Leo



    Uccello in gabbia, o canta per amore, o canta per rabbia...

  9. #9
    Cadetto del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di 4L3X4ND3R

    L'avatar di 4L3X4ND3R
    Registrato dal
    07-04-13
    residenza
    Trevignano Romano(Rm)
    Messaggi
    85

    grazie ragazzi per tutte le info e sopratutto i consigli,vedro di farne tesoro di tutto cio.hai ragione,paride,sara tosta abituarsi all quassi silenzio,dopo aver avuto intorno quassi sempre sulle cento ondulati di colore,vedro di farmene una ragione.molto probabilmente partiro con dei gould,e paseri di riserva,e magari maturata una stagione riproduttiva vedro di tirare le somme dell'esperienza fatta,per poi decidere sull da farsi.
    come giustamente fabio notava,uno stanzino non e proprio il massimo,ma dicciamo che in questo frangente fa per me all meglio,nell senso di dover limitarmi con le gabbie per forza,quindi partire con un allevamento piu rilassato,ne ho bisogno.quallora l'e sperienza si rivellera fruttuosa,avro sempre a disposizione i spazi dove adesso ho i ondulati,magari dovro provedere a cambiare le cose,ma 4.70 x 3.70 non sono mali come spazio,tempo all tempo,pazienza e relax

+ Rispondi

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi