“ C.I.T.E.S.” - Nuovo editoriale nell'apposita sezione e piccola guida a disposizione gratuita per tutti gli utenti che vogliono saperne di più sulle specie protette.
+ Rispondi
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 10

Discussione: Moluccano difficile da alimentare...

  1. #1
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di Luca.B


    Registrato dal
    21-07-15
    residenza
    Carpi
    Messaggi
    13

    Moluccano difficile da alimentare...

    Salve, sono nuovo nel forum. Ne approfitto per chiedervi un parere...magari i più esperti possono darmi qualche dritta. Da diverse settimane sto crescendo a mano un piccolo di moluccano. E' nato i primi di giugno (intorno al 10), ha quindi circa 40 giorni. Premetto che ho già cresciuto a mano pappagalli (e non solo). Ho allevato in passato due Trichoglossus haematodus haematodus e, poco prima del moluccano, un Pyrrura lepida lepida che ormai prende solo l'imbeccata serale (ha circa un mese in più rispetto al moluccano), poichè mangia ormai frutta, semi e pastone da solo.

    Il problema con il moluccano è che non è "famelico" nel chiedere cibo come gli altri pappagalli che ho cresciuto. Fin da subito l'ho sempre dovuto forzare a mangiare...e spesso mangiava meno di quello che secondo me avrebbe dovuto, poichè ad ogni imbeccata ne sputava un pò a destra e manca.
    Al momento uso la siringa e, piccoli sorsetti alla volta, riesco a dargli circa 8-10 ml di pappa (a volte ci impiego anche un ora per riuscirci...soprattutto la sera che ci tengo che come ultimo pasto mangi un pò di più). Ho provato anche ad usare il cucchiaino o a immergergli il becco nella pappa per abituarlo a "bere"(in quest'ultimo caso tiene il becco serrato e ti guarda...restando così anche per minuti...fino a che non lasci la presa e rinunci)...ma nulla. Il cucchiaino al massimo lo lecca sui bordi e lo afferra con il becco per giocare. Ma appena lecca la pappa, la sputacchia in giro scuotendo la testa.

    A volte ho anche la sensazione che faccia fatica a deglutire (domani per sicurezza lo porto dal veterinario per fargli controllare le vie aeree...così da scongiurare rischi di infezioni micotiche,placche o altro...anche se a vista ha una gola bella), poichè ogni tanto tira su il collo e deglutisce vistosamente...come appunto se facesse fatica.

    Ho provato a riscaldargli un pò di più la pappa...a tenerla un pò più fredda...a farla più solida o più liquida...ma nulla.

    Lui è tutt'altro che "mogio". E' molto combattivo e gioca con ogni cosa che trova...comprese le mie mani. Spesso lo sento borbottare e quando arrivo è a pancia all'insù che si mordicchia le zampe o gioca con la segatura. Spesso poi scava nella segatura (non ho ancora capito il perchè lo faccia...magari qualcuno di voi esperti può spiegarmelo...infila la testa sotto la segatura e con le zampe scava buttandola indietro)). Quando avvicino le mani, viene...ci gioca...e spesso fa i classici movimenti della testa per chiedere cibo...ma poi niente.

    Anche quando c'è il Pyrrhura libero, giocano insieme...si rincorrono...fanno la lotta....quindi non sembra deperito o che stia male o che abbia paura di me o dell'ambiente.
    Al momento pesa circa 140 grammi (è sempre stato un "polletto"...è arrivato 3 settimane fa che pesava 120 e aveva penne solo sulla testa, un pò del petto e qualche abbozzo di remigante...ora è completamente piumato, anche se la coda ancora è corta).

    Inizialmente ho pensato che fosse stato appena tolto dal nido....quindi non conoscesse la siringa o il cucchiaio. Ma ormai dovrebbe essersi abituato. Il pyrrhura ancora quasi mi strappa la siringa dalla mano per mangiare...ma il moluccano nulla.

    Unica cosa "particolare" successa è stato dopo due giorni che è arrivato. Una mattina mi sono svegliato ed era "debole" e con una grossa bugna proprio sotto al becco. Secondo la veterinaria è stato un morso di zanzara che forse aveva fatto un pò infezione. E' stato messo sotto antibiotico e localmente mi ha fatto mettere della crema...e in un paio di giorni sparito tutto e si è ripreso alla grande (in quei giorni l'ho alimentato con il sondino, poichè era debole). Ma ormai sono passate settimane da allora.

    Come dicevo, per sicurezza, domani comunque lo porto dalla veterinaria. Mi sono un pò spaventato leggendo in giro di malattie che danno problemi di deglutizione come aspergillosi, trichomonas, candida...non vorrei diventare paranoico...magari è poi solo "difficile" di carattere lui.

    Comunque in questi giorni gli sto lasciando una ciotolina con della frutta tagliata a pezzettini (lui ci "gioca" e la mangiucchia mi sembra)...ed un'altra con della polvere secca nutribird (vedo qualche impronta del becco e quando ne metto un pò sul dito lei la lecca). Sembra quindi che stia facendo i primi tentativi di mangiare da solo...

    A voi qualche consiglio/riflessione.

    Grazie mille

    Luca

  2. #2
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di Luca.B


    Registrato dal
    21-07-15
    residenza
    Carpi
    Messaggi
    13

    Per far rendere conto di come è...ecco una foto quando è arrivato (il 5 luglio)



    Ecco invece una foto di oggi (è intento a leccare la tovaglia...come suo solito)


  3. #3
    Classe A Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di arrigo.taddei

    L'avatar di arrigo.taddei
    Registrato dal
    07-03-10
    residenza
    zevio via pio XII--N61
    Messaggi
    1,984

    eeehh mettici una tazzina con la pappina liquida un savoiarda bagnato con acqua e miele e mela tagliuzzata a quel eta' dovrebbero gia mangiare da soli con due piccole imbeccate mattina e sera

  4. #4
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di Luca.B


    Registrato dal
    21-07-15
    residenza
    Carpi
    Messaggi
    13

    Grazie Arrigo. Stamattina gli allungavo con la mano dei pezzettini di mela...e li mangiava benone. Adesso allora calo a due imbeccate e lascio che cerchi da solo un pò di pappa.

    Oggi la veterinaria l'ha visto e mi ha detto che è in gran salute. Ha solo un pò di coccidi nelle feci e mi ha già dato il prodotto x sverminarlo (insieme al Pyrrhura, visto che dormono insieme).

    Per il resto ha detto che è la muscolatura è molto buona, non è per nulla magro o debilitato, niente rumori a polmoni, mucose molto belle...insomma, ha detto che sta benissimo.

    Quindi ora posso tranquillizzarmi e iniziare a lasciare che magari un pò di fame lo induca a cercare pappa per conto sui. A disposizione comunque ha frutta e pappina.

  5. #5
    Classe A Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di arrigo.taddei

    L'avatar di arrigo.taddei
    Registrato dal
    07-03-10
    residenza
    zevio via pio XII--N61
    Messaggi
    1,984

    Bene molto bello ti dara' molte soddisfazioni insegnale a stare in gabbie e che deve uscire quando vuoi tu

  6. #6
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di Luca.B


    Registrato dal
    21-07-15
    residenza
    Carpi
    Messaggi
    13

    Allora, è passato un pò di tempo....quindi vi aggiorno sulla situazione.

    Facendo come Arrigo mi ha suggerito e lasciando che si "sviluppasse", il Trichoglossus moluccanus ha imparato a mangiare da solo immediatamente.
    Ormai il piumaggio è completamente formato ed è decisamente socievole...anche se ha il classico carattere "allegro" di questa specie (tradotto...fa danni in continuazione).
    Al riguardo devo dire che il Pyrrhura è un angioletto.

    Anche tra di loro vanno d'amore e d'accordo fino a che sono in voliera. Quando sono fuori si bisticciano un pò perchè sono gelosi di me. Ogni volta che faccio le coccole ad uno, arriva l'altro imbestialito...e viceversa. Ad ogni modo sono bravissimi anche tra loro...tanto che, per ora, continuo a tenerli in voliera insieme.

    A livello di alimentazione mangiano sia il secco che umido. Il l Trichoglossus ho notato che anche se prende nel becco i semi che mangia il Pyrrhura, poi però li butta a terra (in pratica ci gioca solamente)...mentre mangia di buon grado il pastone secco che gli metto a disposizione. In aggiunta mangiano frutta e verdura...e, eccezionalmente (quando obbediscono durante l'n "addestramento" o vanno in gabbia senza fare storie) uvetta.

    Quello che grida di più è certamente il Trichoglossus...che quando mi chiama o quando si "annoia", inizia a saltare da una parte all'altra della gabbia, giocando con corde, scale e tronchi che ha a disposizione e gridando come un matto. Ma succede poi una o due volte al giorno....per poi una decina di minuti. Quindi è tollerabile.

    Ecco qualche foto dei teppisti....






  7. #7
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di Luca.B


    Registrato dal
    21-07-15
    residenza
    Carpi
    Messaggi
    13

    Dimenticavo...li ho fatti sessare. Il Trichoglossus moluccanus è un maschio...mentre il Pyrrhura lepida lepida è una femmina.

  8. #8
    Classe A Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di arrigo.taddei

    L'avatar di arrigo.taddei
    Registrato dal
    07-03-10
    residenza
    zevio via pio XII--N61
    Messaggi
    1,984

    Complimenti sono belli entrambi, e anche quando sarà ora si accoppieranno come conigli
    Ultima modifica di Staff del Forum AOE; 16-11-15 a 07: 25 Motivo: Linguaggio

  9. #9
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di Luca.B


    Registrato dal
    21-07-15
    residenza
    Carpi
    Messaggi
    13

    Ma riescono ad ibridarsi?

    Pensavo che visto che erano generi completamente diversi avessero troppe differenze negli elementi del corteggiamento (colori, canti, posture, ecc..) per accoppiarsi.

    Questo può essere un problema...non volevo farli accoppiare...ma solo che si facessero compagnia. Al max se vedo qualcosa di strano li separo (anche se mi dispiacerebbe).

    Il Pyrrhura mi sembra diventi matura dopo un anno...mentre il Trichoglossus dopo due. E' esatto?

    Giusto per sapere quando iniziare a tenerli d'occhio...

  10. #10
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di Gianni1978

    L'avatar di Gianni1978
    Registrato dal
    12-10-15
    residenza
    Milano
    Messaggi
    36

    Non è detto che si possano riprodurre.
    Una volta avevo messo i novelli di fischer insieme ai novelli di forpus e li avevo visti accoppiarsi, ma non credo che poi sarebbe seguita una riproduzione, visto anche che il primo è un'africano mentre il secondo è un sudamericano (quindi molto distanti geneticamente)

+ Rispondi

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi