“” IL MONDO DELL'ULTRA VIOLETTO "" una caratteristica dei nostri amici alati in un nuovo editoriale a disposizione gratuita per tutti gli utenti del forum
+ Rispondi
Visualizzazione dei risultati da 1 a 8 su 8

Discussione: Quale pappagallo scegliere?

  1. #1
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di EdStockerman


    Registrato dal
    06-10-15
    residenza
    Prato
    Messaggi
    4

    Quale pappagallo scegliere?

    Salve a tutti, so che è una domanda posta mille volte, ma ho ancora dei dubbi sul mio caso.
    La situazione è questa: ho una coppia di inseparabili allevati a mano e mi sto decidendo a prendere anche un pappagallo più grande. Il mio sogno sarebbe prendere un caicco testa nera, ma non penso sia la scelta giusta in questo momento, sia per la poca esperienza, sia per il "poco" tempo a disposizione. Lavoro mezza giornata (a volte la mattina e a volte il pomeriggio) e il tempo a disposizione da dedicare al pappagallo sarebbero circa due-tre ore al giorno (a volte di più, soprattutto nei fine settimana, anche se a volte mi assento per un giorno). Cercavo un pappagallo abbastanza calmo, magari abbastanza coccolone e giocherellone, ma non "isterico". Per quanto mi piacciano e mi sia affezionato ai miei due agapornis, sono però abbastanza frenetici, non stanno fermi un attimo, rosicchiano tutto (ho una stanza grande e piena di oggetti tipo soprammobili), fanno un sacco di cacca a giro, ecc... Mi rendo conto che un pappagallo è un pappagallo, ma ho sentito di tante specie molto più calme, e volevo chiedere a voi. Cercando su internet sembra che, caratterialmente, il migliore per me (ed io per lui, ovviamente) sarebbe una calopsita, ma devo ammettere che non mi fa impazzire come pappagallo. Qualcuno che ha esperienze dirette potrebbe dirmi un pò come si comporta normalmente? E com'è rispetto ad un inseparabile? Avevo letto anche dell'ecletto, del parrocchetto monaco, del senegal e del pionus, ma ho paura che siano tutti troppo "esigenti" (scusate il termine)... consigli? Grazie in anticipo, e scusate il soliloquio.

  2. #2
    Cadetto del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Francesco Frati

    L'avatar di Francesco Frati
    Registrato dal
    02-08-15
    residenza
    Portogruaro
    Messaggi
    139

    ll pappagallo che vuoi prendere sarebbe già svezzato o da svezzare?
    A parte il Senegal e il Pionus che presentano particolari insofferenze alle polveri e all'insediarsi di muffe dannose (e quindi sconsigliabili a un neofita), i caicchi, gli ecletti e i monaci non sono per niente di difficile gestione.
    Per quanto riguarda il carattere devi tenere conto che un pappagallo è un animale estremamente intelligente: quindi vivace, aperto agli stimoli, curioso, ecc... Non esistono specie apatiche per natura. Ci sono specie più calme di altre, ma comunque qualsiasi soggetto in buona salute tende sempre a rosicchiare gli oggetti in legno, a defecare dove capita ( in molti insegnano ai pet a utilizzare una sorta di cassetta raccogli-escrementi, comportamento del tutto innaturale per un uccello), ed emettono un minimo di versi e grida, qualche volta fastidiosi.
    Il caicco è tranquillo, limitatamente rumoroso ma a volte si fanno sentire, curioso e intelligente, non sempre accetta la presenza di altre specie come gli inseparabili.
    L'ecletto è anch'esso poco rumoroso e abbastanza calmo, se allevato a mano presenta una buona abilità nel padroneggiare la parola.
    Il Monaco te lo sconsiglio, è molto vivace e chiassoso, se già hai difficoltà a gestire degli inseparabili non fa certo al caso tuo.
    La calopsitte è in assoluto il pappagallo di piccola taglia più affettuoso e tranquillo, molto più adatto di un agapornis, ma se non piace non piace, non c'è scusa che tenga.
    Ultima modifica di Francesco Frati; 07-10-15 a 16: 44


  3. #3
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di EdStockerman


    Registrato dal
    06-10-15
    residenza
    Prato
    Messaggi
    4

    Ti ringrazio per la risposta. Il mio dubbio maggiore era sopratutto il tempo da dedicargli. Anche in base a quello che mi hai scritto continuo a pensare che il caicco sia un pappagallo meraviglioso, ma non so se 2-3 ore al giorno possano bastare per un pappagallo del genere... hai qualche esperienza in merito? E com'è il suo modo di rapportarsi con gli umani? In più io mi dedico spesso al fai da te nel tempo libero, cosa quasi impossibile con due inseparabili in giro, pensi che potrei lasciare un altro pappagallo libero mentre lo faccio, o no (ovviamente niente di pericoloso)? Perchè, a detta di molti, gli inseparabili sono fra i più confusionari, e non riesco proprio a immaginarmi il comportamento di altre specie di pappagalli in questi casi. Il rumore non è un problema eccessivo per me, certo magari evito i conuri, ma "nei limiti" non penso che ci siano problemi per le normali grida di un pappagallo. Per la questione calopsite lo vedevo un pò come un "compromesso", non mi piace esteticamente (poi mi ci affezionerei comunque, non cambia niente!), ma da quello che ho capito ha una carattere davvero ideale per me... Pensi che la differenza tra calopsite e caicco sia tanta o, tutto sommato, non sia così grande da giustificare la mia "rinuncia al caicco"? Comunque pensavo, nel caso prendessi una calopsite, di prenderla ancora da svezzare (avendo svezzato già qualche inseparabile suppongo non ci sia grande differenza)... nel caso prendessi un caicco, invece, pensavo di prenderlo appena svezzato.

  4. #4
    Cadetto del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di A.Alfieri

    L'avatar di A.Alfieri
    Registrato dal
    28-09-15
    residenza
    Lecco
    Messaggi
    60

    Con la calopsitte vai sul sicuro, è calma, tranquilla e pacata.
    Anche il caicco non è da meno, ma come ha già detto Francesco Frati nel suo mess, non sempre accetta la presenza di altri pappagalli, perciò non saprei dirti se sia realmente adatto a te, visto che possiedi già due inseparabili liberi per casa.

    Non conta la quantità di tempo che possiamo dedicare a un pappagallo, ma la modalità con cui lo trascorriamo. Il tutto diventa quindi molto soggettivo.
    Ricordati che l'acquisto di una coppia rimane sempre la scelta migliore.

  5. #5
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di EdStockerman


    Registrato dal
    06-10-15
    residenza
    Prato
    Messaggi
    4

    Perfetto, grazie delle informazioni... Sono ancora indeciso fra caicco e calopsite, ma mi avete dato un sacco di informazioni utili! Vorrei ancora qualche delucidazione più che altro sul modo di rapportarsi con gli umani di questi due pappagalli... In particolare la calopsite non ho ancora capito quanto sia "intelligente" ( da un punto di vista umano) e come interagisca con l'uomo... Qualcuno ha esperienze?

  6. #6
    Cadetto del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Francesco Frati

    L'avatar di Francesco Frati
    Registrato dal
    02-08-15
    residenza
    Portogruaro
    Messaggi
    139

    Sia la calopsitte che il caicco sono pappagalli molto intelligenti e affettuosi.

    Il caicco è attivo, confidente, intelligente, giocoso, non pauroso e riesce a instaurare in poco tempo un bellissimo rapporto con gli umani.

    La calopsitte è molto tranquilla e diventa completamente dipendente dall'uomo, può imparare qualche parola o fischiettare qualche canzone (se è maschio). Una volta che si è affezionata non riesci più a levartela di torno
    Rispetto al caicco è molto più "coccolona" e non creerà problemi agli inseparabili (se mai il contario)

    In conclusione penso che la calopsitte sia di gran lunga molto più adatta alle tue esigenze.


  7. #7
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di EdStockerman


    Registrato dal
    06-10-15
    residenza
    Prato
    Messaggi
    4

    Perfetto! Grazie tante ancora! Alla fine penso che tu abbia ragione, opterò per una calopsita... Sono giovane, prima o poi avrò il tempo e l'occasione di avere anche un caicco! Il carattere della calopsita, da quello che ho capito, mi piace così tanto da passare oltre al suo aspetto fisico (che ancora non mi intriga del tutto) nonostante mi piaccia sempre di più (tanto poi mi ci affezionerò...)! Volevo porre altre due domande, giusto per curiosità... Ho sentito che, essendo cacatuoidi, le calopsite perdono tanta "polverina" dalle ali, è vero? è "proibitiva" o la differenza non è poi tanta? E infine... Ho sentito di persone che lasciano, a volte, le proprie calopsite libere di uscire dalla finestra o le portano a fare una volata in un campo... si può davvero fare o è rischioso con un pappagallo di queste dimensioni? Grazie ancora!

  8. #8
    Staff del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Luca Marani

    L'avatar di Luca Marani
    Registrato dal
    30-06-14
    residenza
    Fidenza
    Messaggi
    1,288

    No, non è assolutamente proibitiva.
    Basterà dare la possibilista al pappagallo di lavarsi e fare il bagno, e penserà autonomamente all'igiene del piumaggio.
    Mageri sarebbe meglio evitare di posizionare la gabbia in camera da letto, ma questo varrebbe per qualsiasi uccello.

    Il volo libero si può praticare, ma bisogna aver raggiunto un'eccellente grado d'intesa, ed scegliere un posto assolutamente idoneo: evitare strade trafficate, campi coltivati, verificare la presenza di predatori, rumori improvvisi, ecc...
    Ad esempio, una città non rappresenterebbe di certo un luogo sicuro.
    Saluti,
    Luca Marani.



    Il mio sito: allevamentomarani.jimdo.com

+ Rispondi

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi