Interessante editoriale dal titolo “” BirdGarden "" nell'apposita sezione Editoriali dell’A.O.E. a disposizione gratuita per tutti gli utenti
+ Rispondi
Pagina 2 di 2
primaprima 1 2
Visualizzazione dei risultati da 11 a 13 su 13

Discussione: Fischer Yellowface

  1. #11
    Silver master European Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Fabio Musumeci

    L'avatar di Fabio Musumeci
    Registrato dal
    16-04-10
    residenza
    Siracusa
    Messaggi
    8,876

    A dire il vero la trasmissione genetica delle mutazioni aqua e turquoise, così come la blu, è del tipo recessivo autosomico, quindi non credo che il parallelismo sia così sbagliato come vorresti fare intenfere tu.
    Purtroppo vedo che, invece che stabilire un dialogo fruttuoso, spesso si preferiscono termini assoluti come "stai facendo confusione" o "è sbagliato" che non lasciano nessun margine di confronto.
    Le mie erano semplici ipotesi, non verità assolute.

    PS....non ho mai detto che le mutazioni aqua e blu siano le stesse, semmai ho fatto un accostamento tra la mutazione turquoise e la blu.
    Purtroppo i termini per indicare le mutazioni vengono spesso usati in modo piuttosto fantasioso e bizzarro, ma questa è una responsabilità delle CTN.
    RNA - 442X - RAE - 0487



  2. #12
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di fe.nonsense


    Registrato dal
    21-05-13
    residenza
    Misano Adriatico
    Messaggi
    19

    Ricordiamoci che stiamo parlando tramite un monitor, quindi è difficile interpretare bene quello che uno vuole dire ed è difficile anche dire tutto quello che si potrebbe dire se la discussione fosse fatta di persona con una interazione continua ed in tempo reale che permetterebbe di capirsi molto meglio. Per certo hai interpretato il mio discorso in modo sbagliato e non sono daccordo sul discorso che io abbia stoppato il confronto in quanto ripeto, hai frainteso il mio parlato.

    Nel momento in cui ho detto "Ora stiamo facendo confusione.." mi stavo riferendo alla mutazione Yellowface che si comporta come il suo analogo nelle cocorite, e soprattutto mi stavo riferendo al tuo discorso riferito alla linea asiatica e alla linea americana come di acqua e turquoise e al tuo successivo ipotizzare una loro differente genetica intermedia tra verde e blu... discorso che obiettivamente rischia di fare confusione perchè in un primo momento accosta due selezioni di una mutazione a due mutazioni distinte, successivamente le trasforma invece in due mutazioni vere e proprie (nel momento in cui parli di due genetiche distinte intermedie tra il verde e il blu, involontariamente ipotizzi due mutazioni distinte). Si deve comunque parlare di selezioni di un'unica mutazione, al massimo si possono fare confronti e correlazioni con fenotipi di altre mutazioni, ma si deve sempre specificare che si parla di fenotipo. In questa ottica sicuramente il fenotipo asiatico risente maggiormente della selezione in forma allelica combinata con la mutazione blu, ma non è sufficiente per parlare di un genotipo distinto sebbene possano esservi state delle differenziazioni anche genetiche a causa di probabili fenomeni di crossing over facilitati dall'accostamento di mutazioni alleliche. Tuttavia si tratterebbe di piccole modifiche al genotipo non sufficienti per parlare di due genotipi distinti, altrimenti dovremmo parlare di genotipi distinti anche tra pastelli e pastelli ad ala bianca e tra lutini e lutini a zampe grigie. Invece in tutti questi casi si tratta sempre di selezioni con errori che possono certamente avere una ereditarietà e che quindi non vanno né prodotti né selezionati.

    Quanto al discorso acqua e blu, andavo di fretta e scrivendo non ricordavo che avevi accostato il Turquoise al Blu..ad ogni modo la tua ipotesi presenta comunque un errore di fondo.. tu ipotizzi che la selezione yellowface americana altro non sia che la mutazione acqua, il blu la mutazione turquoise e la selezione yellowface asiatica il TurquoiseBlu....ma ti sei dimenticato che la selezione americana comunque è una selezione TurquoiseBlu.
    Le due selezioni sono differenti perchè sono state selezionate in modo differente, sebbene entrambe selezionate in modo sbagliato, tuttavia sulla linea americana ci sono margini per correggere la selezione e arrivare a recuperare il fenotipo intergrale della mutazione Turquoise.

  3. #13
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di fe.nonsense


    Registrato dal
    21-05-13
    residenza
    Misano Adriatico
    Messaggi
    19

    Inoltre non facciamo un mischione tra due post, in questa discussione non ho mai detto che hai sbagliato, l'ho detto nell'altro post sui roseicollis, ed effettivamente il tuo post presentava degli errori di esplicazione che rischiavano anche di fare confusione e a quanto pare l'hanno fatta perchè dando per buone le tue premesse cadeva in automatico la teoria spiegata dopo.
    In quel caso dirti che avevi sbagliato e correggerti non era un voler stoppare il confronto e renderlo sterile, anzi, è proprio quando i confronti portano alla correzione di errori che sono costruttivi.
    Ti ricordo che il tuo intervento si basava sull'affermazione del rinvenimento di carotenoidi nei pappagalli mutati BLU e identificavi questi carotenoidi come psittacofulvine e lipocromi. Tutto il tuo discorso sulla non esistenza della mutazione blu si basava su questa affermazione che mi spiace dirlo ma come ho spiegato sull'altro post è sbagliata in quanto i lipocromi identificano la classe di pigmenti a cui i carotenoidi fanno parte e non viceversa, in quanto le psittacofulvine non sono carotenoidi, in quanto i carotenoidi nei pappagalli non vengono usati come pigmenti pertanto il loro rinvenimento nel sangue dei pappagalli blu non è significativo a riguardo della mutazione blu. Probabilmente volevi intendere che i ricercatori avessero rinvenuto tracce di psittacofulvine in pappagalli di mutazione blu...in questo caso il tuo discorso avrebbe avuto un senso, ma non hai detto questo.
    Per supportare la teoria che hai indicato sulla non esistenza della mutazione Blu, quindi si rende necessario una spiegazione differente, che ancora manca nel concreto perchè non l'hai citata, ti sei limitato a rispondere dicendo di aver fatto un uso improprio del termine carotenoidi e di aver probabilmente sbagliato nell’uso di qualche termine concludendo con un bel “ma il succo del discorso non cambia”...purtroppo però cambia, perché affermi qualcosa di nuovo, interessante e abbastanza importante per chi alleva ma lo hai fatto apportando una spiegazione che non può supportare la nuova teoria stessa.
    Personalmente sarei abbastanza interessato a leggere la ricerca a riguardo di questa nuova teoria e quindi gentilmente ti chiederei di postare almeno le fonti, in quanto purtroppo sul sito MUTAVI non viene menzionata e mi pare nemmeno sul sito ornitho-genetics. Nel mentre proverò anche a chiedere a Dirk Van Den Abeele delle indicazioni a riguardo.

+ Rispondi
Pagina 2 di 2
primaprima 1 2

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi