Interessante editoriale dal titolo “” BirdGarden "" nell'apposita sezione Editoriali dell’A.O.E. a disposizione gratuita per tutti gli utenti
+ Rispondi
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 10

Discussione: aiuto per diamante del gould

  1. #1
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di raffaele93


    Registrato dal
    21-10-16
    residenza
    lucera
    Messaggi
    40

    aiuto per diamante del gould

    salve ragazzi , mi sono appena iscritto a questo forum e da pochi giorni ho acquistato una coppia di diamanti del gould con una coppia di passeri del giappone per eventuale balia , ho allestito la gabbia con miscela base per esotici , carbon grit , sali minerali , osso di seppia , spiga di panico e una volta a settimana do il pastoncino bianco ( non ho aggiunto la spirulina perche il negoziante era sprovvisto ) , il giorno dopo l' acquisto ho dato loro vitamine per riprendersi dallo stress del viaggio e ora li vedo in ottima forma .
    ho letto su internet che e buono integrare la loro miscela base con scagliola , questo e vero ? se si quant' e la percentuale da inserire in un kilo di miscela base , e si aggiunge anche qualche altro seme ?.
    poi vorrei dei suggerimenti sulla riproduzione , ho letto che i mesi di riproduzione sono ottobre e novembre alcuni anche setembre , hgo acquistato un nido per inseparabile perche appreso da internet lo preferiscono di piu per comodita in cornfronto ai soliti nidi stretti per esotici , ho fatto bene ? se si posso allestirlo gia alla gabbia per vedere come reagisce la mia coppia '?
    spero in molte risposte vi ringrazio

  2. #2
    Amministratore
    Nazionalità:
    La bandiera di Paride

    L'avatar di Paride
    Registrato dal
    08-07-10
    residenza
    Sicilia
    Messaggi
    5,464

    In questa sezione, esistono numerose discussioni sulla vita di questi splendidi estrildidi, dall'alimentazione alla riproduzione, dai nidi alle balie e molto altro ancora.
    Ti suggerirei di leggerle in modo da cominciare ad avere un quadro chiaro dell'avventura che stai cominciando.
    Se ti affidi ad internet segui i consigli di allevatori seri in quanto molto spesso alcuni si improvvisano allevatori ed improvvisando un sito, dicono un sacco di cretinate.
    Se qualcosa non ti è chiara, chiedi e cercheremo di risolvere i tuoi dubbi.

    I Diamanti di Gould mantenendo il ciclo riproduttivo del loro emisfero d'origine, si riproducono nel nostro paese nei mesi invernali, da fine ottobre fino a marzo ed a volte allungano tale periodo fino a tutto giugno.
    Anche se già a 10 mesi raggiungono la maturità sessuale, fatto importante è assicurarsi che abbiano almeno l'anno di età prima di accoppiarli in modo che abbiano le giuste condizioni e le giuste risorse fisiche; risulta altresì una buona norma non fargli superare le tre covate per stagione. Poichè la durata dello svezzamento dei pulletti è di 60 giorni (prima di procedere alla separazione dai genitori naturali o adottivi che siano) generalmente necessitano tre coppie di balie per ogni coppia di Gould.

    Personalmente aggiungo anche il 40% di scagliola semplice in un kg di miscela per esotici (meglio se è priva di colza). Di tanto in tanto (ogni 10/15 giorni circa ma non è una regola fissa) inserisco una mangiatoia con il misto di semi secchi per canarini e posso confermarti che gradiscono.

    Per i nidi, utilizzo quelli delle dimensioni normali, cioè cassette di legno con misure di cm. 12x15x15 a doppia camera ed a foro circolare per garantire una bassa luminosità all'interno della camera di cova: ricorda che sono animaletti che si riproducono al buio dentro le cavità dell'albero.

    La camera di cova va preliminarmente imbottita con una manciata di fieno per conigli atteso che raramente i Diamanti di Gould lo costruiscono partendo da zero. Ovviamente juta o fibra di cocco a disposizione.


    ROE - A.O.E. 016 - F.E.O.0016SV 085AIAP 26

  3. #3
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di raffaele93


    Registrato dal
    21-10-16
    residenza
    lucera
    Messaggi
    40

    Ti ringrazio gentilissimo

  4. #4
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di raffaele93


    Registrato dal
    21-10-16
    residenza
    lucera
    Messaggi
    40

    Scusa uj chiarimento sul fatto di tre balie per coppia ,perché ?

  5. #5
    Amministratore
    Nazionalità:
    La bandiera di Paride

    L'avatar di Paride
    Registrato dal
    08-07-10
    residenza
    Sicilia
    Messaggi
    5,464

    Se la coppia del Diamante di Gould non è nella giusta condizione, non alleva la propria prole. E questo succede il più delle volte.
    Tenendo ben presente questo concetto, ecco che a questo punto, le balie diventano ineguagliabili ancore di salvezza.

    Quindi, ultimata la prima deposizione dei Diamanti di Gould, si passano le uova alle balie. Personalmente preferisco - per permettere alla femmina di recuperare un pò di energie sprecate per la forrmazione dell'uovo - farli covare fino ad un massimo di 15 gg. Chiudo pertanto il nido per riaprirlo - più o meno - dopo una settimana, per dar modo di iniziare una nuova covata.
    Faccio una piccola precisazione: in questi 15 giorni di cova ci si rende conto se la coppia dà affidamento di gestire l'allevamento della propria prole oppure risulta più conveniente passare le uova alle balie.

    Ma se la coppia di Passeri risulta impegnata nello svezzamento dei pullus della prima covata, a chi affidi le uova della seconda covata?
    Nel precedente post non a caso ho voluto precisare che i pulletti vanno separati dai genitori non prima del 60° giorno di vita.
    Stessa cosa per la terza ed ultima covata.

    In poche parole i Diamanti di Gould completato il ciclo delle tre deposizioni stagionali in 40 o 50 giorni e le balie utilizzate per la prima covata non sono ancora disponibili.


    ROE - A.O.E. 016 - F.E.O.0016SV 085AIAP 26

  6. #6
    Silver master European Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Fabio Musumeci

    L'avatar di Fabio Musumeci
    Registrato dal
    16-04-10
    residenza
    Siracusa
    Messaggi
    8,876

    Agli ottimi consigli di Paride vorrei aggiungere qualche altra indicazione,
    i DdG, per vivere bene, hanno bisogno di molta luce tutto l'anno, e dato che iniziano a riprodursi durante l'autunno, proseguendo in inverno, bisogna organizzarsi per prolungare artificialmente il fotoperiodo, in modo da garantire almeno 13 ore di luce durante il periodo riproduttivo, e almeno 14 ore durante quello della muta, che solitamente avviene durante la primavera/estate.

    Per prepararli alla riproduzione bisogna aumentare il tasso proteico e la disponibilità di cibo.
    RNA - 442X - RAE - 0487



  7. #7
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di raffaele93


    Registrato dal
    21-10-16
    residenza
    lucera
    Messaggi
    40

    Come aumento il tasso proteico ?

  8. #8
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di raffaele93


    Registrato dal
    21-10-16
    residenza
    lucera
    Messaggi
    40

    Grazie mille Paride sei veramente gentile e disponibile

  9. #9
    Amministratore
    Nazionalità:
    La bandiera di Paride

    L'avatar di Paride
    Registrato dal
    08-07-10
    residenza
    Sicilia
    Messaggi
    5,464

    Vedo che non vuoi proprio leggere le discussioni presenti in questa sezione.
    Peccato, perchè c'è dentro veramente di tutto.

    Ti riporto la risposta data dal grande Fabione ad un altro utente dove potrai leggere - tra altre cose - ciò che hai chiesto:

    Quote Originariamente inviata da Fabio Musumeci Visualizza il messaggio
    Per essere precisi a fine agosto dovrebbe cominciare la preparazione per poi mettere il nido a fine settembre.
    Gli allevatori del nord anticipano a luglio, mentre quelli del sud posticipano a ottobre.
    Il loro estro sessuale è stimolato dall'alimentazione, che andrà arricchita con pastoncino all'uovo del commercio, o con preparati casalinghi fatti con couscous ammorbidito e uovo sodo, molti usano anche i semi germinati, le erbe prative e i gamberetti disidratati (per tartarughine acquatiche).
    Bisogna anche integrare con prodotti rinforzanti, quali il Transivit, il lievito di birra in polvere o altri probiotici.
    Per stimolare la fertilità del maschio si può fare un ciclo di vitamina E per dieci giorni tramite acqua da bere preparata giornalmente.
    Personalmente ho l'abitudine di dare alle mie coppie mezzo guscio di uovo di gallina, ricavato da un uovo sodo, o sterilizzato.
    Una volta messo il nido andrà fornito il materiale per imbottirlo, a questo punto la coppia andrà disturbata solo per la manutenzione necessaria.
    Purtroppo non c'è nessuna garanzia che una coppia, specialmente al primo anno, covi e allevi i propri figli, infatti sarebbe meglio disporre di passeri del Giappone per poter salvare le uova o i piccoli qualora vengano abbandonati.
    Durante il periodo di riposo estivo il pastoncino può essere sospeso, o dato in minime quantità una volta a settimana.


    ROE - A.O.E. 016 - F.E.O.0016SV 085AIAP 26

  10. #10
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di raffaele93


    Registrato dal
    21-10-16
    residenza
    lucera
    Messaggi
    40

    Grazie mille a tutti ragazzi siete veramente tanto gentili ora inizio con i vostri consigli poi vorrei chiarimenti sulla cova grazie a tutt

+ Rispondi

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi