Interessante editoriale dal titolo “” BirdGarden "" nell'apposita sezione Editoriali dell’A.O.E. a disposizione gratuita per tutti gli utenti
+ Rispondi
Visualizzazione dei risultati da 1 a 3 su 3

Discussione: Parrocchetto dal collare

  1. #1
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di Alessio98


    Registrato dal
    15-05-18
    residenza
    Roma
    Messaggi
    2

    Parrocchetto dal collare

    Ciao! I miei parrocchetti sono alla loro prima esperienza e diciamo che per ora penso stia andando tutto bene, il primo uovo l’ hanno fatto il 14 aprile e poi a giorni alterni gli altri fini ad arrivare a 4 uova, il problema è che oggi siamo al 15 marzo e le uova ancora non si sono schiuse..su internet ho letto che molti dicono che si schiudono anche dopo 29/30 giorni, ma io sinceramente non so cosa fare..se non si dovrebbero schiudere dopo quanto tolgo tutto??

  2. #2
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di Alessio98


    Registrato dal
    15-05-18
    residenza
    Roma
    Messaggi
    2

    Maggio scusate ahaha invece di Marzo

  3. #3
    Staff del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Luca Marani

    L'avatar di Luca Marani
    Registrato dal
    30-06-14
    residenza
    Fidenza
    Messaggi
    1,288

    Ciao Alessio,
    Normalmente il periodo di incubazione è ben inferiore ai 30 giorni, solitamente intorno ai 25 di cova continuativa; tuttavia non possiamo sapere quando la madre ha incominciato ad incubare le uova, poichè talvolta, se i riproduttori si rivelano sufficientemente abili ed esperti, regolano il gradiente termico delle uova al fine di ottenete una schiusa concomitante, evitando così che le uova deposte per ultime schiudano con molti giorni di differenza rispetto alle prime.
    Ragioni per cui, per evitare che una cova inconcludente si protragga per lungo tempo - del resto, la madre non è in grado di riconoscere uova sterili dagli embrioni in sviluppo - è buona norma ricorrere alla speratura, ponendo delicatamente l'uovo dinnanzi a una fonte di luce puntiforme (la torcia di uno smartphone è sufficiente) e osservando in che modo i raggi diffrangono attraverso il contenuto, è possibile capire se l'uovo è infecondo, ancora in sviluppo o colpito da morte embrionale.
    A tal proposito, su internet, utilizzando un qualsiasi motore di ricerca, è possibile reperire numerose foto illustrative per interpretare ciò che si osserva attraverso l'uovo.
    Facci sapere
    Saluti,
    Luca Marani.



    Il mio sito: allevamentomarani.jimdo.com

+ Rispondi

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi