Benvenuti sul forum dell’Associazione Ornitologica Europea – Buona navigazione a tutti gli utenti
+ Rispondi
Visualizzazione dei risultati da 1 a 3 su 3

Discussione: Lo yorkshire - b.d.

  1. #1
    Silver master European Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di marco cotti

    L'avatar di marco cotti
    Registrato dal
    06-07-07
    residenza
    invorio (NO)
    Messaggi
    6,774

    Lo yorkshire - b.d.

    LO YORKSHIRE
    di B. D.

    CAPITOLO I.

    ORIGINI:
    la razza viene creata dagli allevatori di Bradford e della contea di Manchester. Vengono impiegate per la sua creazione le razze: LANCASHIRE - BOSSU - NORWICH.

    Lo STANDARD odierno viene disegnato da S.R. GOLDING verso la fine del 1960 e accettato da tutti i Clubs inglesi nel 1962.

    STORIA:
    Verso la metà del secolo scorso gli allevatori residenti nele contee dello Yorkshire e di Manchester noti per l'allevamento del LANCASHIRE si trovarono in serie difficoltà nell'allevamento di questa razza, sia perchè per dar vita a soggetti di grande taglia si era fatto sempre ricorso all'accoppiamento tra brinati pregiudicando cosa la linea del LANCASHIRE che lo standard prescriveva snella, e sia perchè i vari accoppiamenti tendenti ad ingigantire questo canarino ne avevano fatto un soggetto letargico e scarsamente fecondo. Bisognava correre ai rimedi: si pensò, allora, a quale canarino ricorrere per il rinsanamento del Lancashire per dare a quest'ultimo una maggiore energia e un più elevato grado di fecondità e tutti quegli altri requisiti che si richiedono ad una razza sana.
    Si convenne che bisognava creare una nuova razza in posseso di tutte queste caratteristiche positive e accadde così che si abbandonò via, via l'allevamento del Lancashire. Il canarino, allora, disponibile che più si prestava a questo genere di operazione era il Bossù. C'è da tener presente che il Bossù di allora era un canarino che raggiungeva la taglia di 19 cm - i Bossù odierni arrivano a 15 0 16 al massimo).
    Con femmine di questa razza scelte fra le più lunghe e di piumaggio intenso si ottennero meticci di forme diverse. Alcuni somigliavano al Bossù, altri al Lancashire, ed altri ancora possedevano caratteristiche intermedie.
    Per l'attuazione del programma, si scelsero
    i soggetti con caratteristiche..întermédie che evidenziavano buona posizione e colore di fondo intenso; e questi fúrono riaccoppiati a soggetti Lancashire di grande mole e dal piumaggio composto.
    Si ottennero così soggetti con patrimonio genetico il cui 75% era dovuto al Lancashire e il 25% al Bossù.
    Per il proseguimento del programma furono preferiti quegli uccelli, che oltre a presentare posizione eretta, corpo lungo e affusolato, avevano testa tondeggiante e collo molto corto.
    Per anni si continuò a selezionare questo canarino ricorrendo sempre a costanti accoppiamenti col Lancashire fino a determinare la fissazione di certi caratteri (molto lontani dal moderno York): testa tonda, corpo affusolato, posizione eretta, collo evidente, gambe molto lunghe.



    Gli sforzi degli allevatori che si erano prefissi questo programma erano in parte appagati: questi nuovi canarini avevano ereditato dal Bossù un ottimo grado di fertilità un elevato grado di rusticità e vivacità, tutte qualità che il Lancashire aveva perduto da tempo. Alcuni allevatori (i più provveduti) non si accontentarono dei risultati raggiunti ma cercarono di migliorare ancora la struttura di questo canarino. Ricorsero al canarino che secondo il loro punto di vista avrebbe dato allo York quelle caratteristiche di cui era, o perlomeno, lo ritenevano carente e così la scelta cadde sul Norwich, e dai primi accoppiamenti con questo ottennero soggetti con teste rotonde, corpi pesanti, gambe corte e privi della caratteristica posizione.

    Molti allevatori scoraggiati dall'esito di questo esperimento, ritornarono sulle loro posizioni e si limitarono ad allevare il canarino che avevano già ottenuto col primo incrocio del Lancashire.



    Altri continuarono e dai meticci ottenuti col Norwich riaccoppiati a canarini York molto lunghi e di buona posizione, già in seconda generazione ottennero soggetti con caratteristiche più apprezzabili: testa molto tonda, petto ampio e prominente, gambe leggermente più corte con cosce ben visibili.

    La strada per giungere all'obiettivo che gli allevatori si erano preposto non era molto lontana. Già nel 1939 si era rinnovato lo Standard del primo tipo di York e il disegno di R.A. Vowles rimasto in vigore per circa 20 anni, ne fissava le caratteristiche, e cioè fino a quando gli allevatori e i giudici si accorsero che anche i migliori soggetti non erano in grado di raggiungere la tipicità proposta dal disegno.

    Intorno al 1960 S.R. Golding propose alla SOUTHER YORKSHIRE CANARY CLUB un disegno di sua elaborazione, che fu subito accettato dal Club suddetto e dal BRISTOL YORKSHIRE CANARY District e verso la fine del 1961 lo standard di Golding fu accettato da tutti, compreso lo YORSHIRE CANARY CLUB. (La tavola a fondo nero rappresenta il disegno dello standard originale disegnato da Golding e adottato in tutte le mostre. Il disegno mi è stato donato dal sig. Golding in persona nel 1972).



    ...continua

  2. #2
    Silver master European Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di marco cotti

    L'avatar di marco cotti
    Registrato dal
    06-07-07
    residenza
    invorio (NO)
    Messaggi
    6,774

    Lo Yorkshire seconda parte

    DESCRIZIONE DELLO STANDARD
    TESTA:
    La forma prescritta dallo standard si ottiene difficilmente. Essa deve essere: molto rotonda e ampia, vista dall'alto, la curvatura della testa scende verso il dorso con una linea curva senza soluzione di continuità degradando fino all'attaccatura delle spalle senza evidenziare il collo.
    OCCHI:
    Grandi e ben centrati, sopracciglia marcate, ma aderenti e che lasciano l'occhio completamente scoperto.
    BECCO:
    corto, conico, robusto.
    SPALLE E TORACE:
    Le spalle alte, prossime alla nuca e aderenti a questa il più possibile, devono formare un unico blocco con la parte superiore del corpo. Il petto ampio che partendo dalla parte inferiore del becco dovrà discendere assottigliandosi, tanto che testa, spalle e petto devono formare quasi un blocco unico marcato, nella sua uniformità dalla sola linea delle spalle, che protesa verso l'alto degrada verso il collo e la parte inferiore del corpo.
    CORPO:
    La parte inferiore del corpo che inizia dalla linea mediana del petto e del dorso, deve assottigliarsi e portandosi verso l'attaccatura della coda non deve subire interruzioni nella sua continuità.
    L'effetto che deriva da questo assottigliarsi che gli inglesi definiscono «affusolamento» è prerogativa necessaria che distingue un canarino York di grande qualità.
    Se ne deduce che la linea dello York nella parte superiore evidenzia solo una leggera curva al livello delle spalle e discende degradando senza interruzione passando per le ali fin sopra l'attaccatura della coda e incontrandosi con questa forma un leggero angolo, tanto che la coda apparirà leggermente rialzata. La curva inferiore che parte dalla linea mediana del petto degraderà verso l'attaccatura della coda passando netta sulle gambe senza irregolarità, tanto da lasciare intravvedere le cosce.

    GAMBE E POSIZIONE
    La posizione dello York è la dote peculiare per un soggetto da concorso. (alla posizione gli inglesi danno la massima importanza: si vedono alle mostre, in Inghilterra, soggetti che mancano di molti requisiti, premiati soltanto per la loro corretta posizione).
    Soltanto gambe e zampe ben proporzionate e sane riescono a dare a quest'uccello una buona posizione e sono sempre i soggetti intensi o
    brinati di mole leggera che meglio si evidenziano.
    Le gambe di uno York di alta qualità debbono essere di media lunghezza, cosce ben visibili ricoperte da piume liscie e ben aderenti. Tanto più sono unite le gambe, migliore risulta la posizione dell'uccello.

    PIUMAGGIO
    Il piumaggio di uno York di eccellente qualità deve essere serico, brillante, molto aderente al corpo sì da evidenziarne la forma richiesta dallo standard.
    A questo punto bisogna fare un discorso: mi è capitato, a volte, di ascoltare le lamentele di qualche allevatore che non capiva come mai alcuni soggetti che a lui apparivano piccoli e snelli avessero potuto prevalere su soggetti di grande mole (derivati da accoppiamenti tra brinati) il cui piumaggio, abbondante quindi poco aderente finiva per snaturare le caratteristiche formali richieste dallo standard. E' bene cercare di far capire, sopratutto a coloro che iniziano l'allevamento di questa razza, che se il loro intendimento è solo quello di selezionare soltanto soggetti di grossa mole pregiudicano tutti gli altri requisiti fondamentali dello York. In Inghilterra, i soggetti
    di grossa mole, vengono premiati soltanto se posseggono tutte le qualità richieste dallo standard. Un discorso più approfondito sarà fatto quando parleremo degli accoppiamenti.

    ALI E CODA
    Le ali, ben aderenti al corpo discendendo sul dorso non debbono lasciare intravvedere spazi o incrociarsi sovrapponendosi. Leggermente, dopo l'apice terminale delle ali, ha inizio l'attaccatura della coda che stretta e composta completerà la forma armoniosa dello York.

    TAGLIA
    La lunghezza richiesta dell'attuale standard e di circa cm 17 e mezzo (per l'esattezza cm. 17,20).
    Queste dimensioni sono, a volte, di gran lunga superate da maschi di grossa mole e non recano pregiudizi soltanto se il soggetto è in possesso di tutte le altre caratteristiche che lo standard prevede.
    E', pertanto, evidente che, nei limiti, le misure dello standard vanno prese in considerazione con molta elasticità giacchè, sopra ogni cosa, ci si deve ricordare che lo York è canarino di forma e di posizione. La sola dimensione di uno York non fa di questo un campione.
    CONDIZIONI GENERALI
    Posto nella gabbia da esposizione, lo York deve mantenere una certa vivacità e irrequietezza nervosa e nel contempo, il suo atteggiamento deve manifestarsi fiero e disinvolto pur mantenendo una normale domesticità. Colore ricco e brillante è l'ultima caratteristica richiesta dallo standard allo York da esposizione.



    SCALA PUNTI - Standard fissato dalla YCC
    TESTA p. 20
    CORPO p. 10
    POSIZIONE p. 25
    PIUMAGGIO p. 25
    TAGLIA p. 10
    CONDIZIONI p. 10

    Totale p. 100


    B.D.
    Marco Cotti FEO 0004





    http://digilander.libero.it/cocoricoland/index.htm

    http://tarantamyblog.blogspot.com/

    Dove tuona un fatto, siatene certi, ha lampeggiato un'idea.
    Ippolito Nievo

  3. #3
    Classe A Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di giuseppe grossi

    L'avatar di giuseppe grossi
    Registrato dal
    03-12-07
    residenza
    MONTESCAGLIOSO
    Messaggi
    1,666

    ottima iniziativa Marco...grande come sempre....
    Giuseppe Grossi 75024 Montescaglioso (MT) Lucania giuseppegrossi87@alice.it

    Blick in i mörkret gömda under din yta, och njuta av lidandet, förnuft dränerad på respektlöshet, med en sådan komplicerats tro på bra, därefter lita ont, nästa steg för mänskligheten kommer att vara de senaste säsongerna i synd...

+ Rispondi

Discussioni simili

  1. Yorkshire
    Da Linda Crippa nel forum Yorkshire
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 22-06-09, 23: 14
  2. Allevamento dello Yorkshire parte II - B.D.
    Da marco cotti nel forum Yorkshire
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 21-06-09, 23: 29
  3. I marchi tecnici nel giudizio dello Yorkshire
    Da giuseppe grossi nel forum Yorkshire
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 02-01-09, 14: 57

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi