Benvenuti sul forum dell’Associazione Ornitologica Europea – Buona navigazione a tutti gli utenti
+ Rispondi
Visualizzazione dei risultati da 1 a 7 su 7

Discussione: La ricostruzione moderna del bossu belga-aob 2

  1. #1
    Silver master European Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di marco cotti

    L'avatar di marco cotti
    Registrato dal
    06-07-07
    residenza
    invorio (NO)
    Messaggi
    6,774

    La ricostruzione moderna del bossu belga-aob 2

    LA RICOSTRUZIONE MODERNA DEL BOSSU BELGA - parte seconda


    Dopo la negativa esperienza del primo tentativo (dal 24 al 30) fatta in gruppo, Dawans, trasferitasi nel frattempo a Liegi, riparti nel '33 da solo con una maggiore disponibilità di soggetti, ma soprattutto di migliori condizioni sanitarie avendo constatato che era più facile influire sui caratteri somatici che su quelli fisici. Il disastro del primo periodo fu principalmente causato dalle precarie condizioni sanitarie del gruppo su cui il « Comitato » si trovò ad operare.

    II secondo tentativo di Dawans

    Le convinzioni e quindi i criteri selettivi di Dawans non erano mutati per cui scelse:
    6 coppie di York,
    6 di Arricciati del sud,
    6 di Malinois con l'aggiunta di 6 coppie di Harz di sostegno (balie, etc.).

    Nel '37 lo stock raggiungeva i 200/250 canarini, 50-60 dei quali possedevano, all'incirca, dalla metà ai tre quarti delle qualità Bossu della produzione attuale. Difetti pressoché generali: taglia inadeguata (14-15 cm.), troppe arricciature.

    « Ciò che mi lasciava perplesso - scrive Dawans - è che non uno, pur provenendo da linee diverse, era privo della "gobba" dell'Olandese».
    Fortuito incontro coi canarini di Meewen Robbens

    E' a questo punto che l'allevatore belga fece l'incontro più imprevedibile e fortunato a cui potesse pensare.
    Frequentando il mercatino domenicale degli uccelli davanti alla chiesa di St. Pholen di Liegi inno domenica vi rinvenne un gruppo di canarini del tutto inconsueti, che ricordavano cioè vagamente il vecchio Bossu.
    Attraverso le informazioni del negoziante risali all'allevatore, certo Lapaille, padre di un fotografo appassionato allevatore col quale stabilì subito dei contatti.
    L'allevamento dei Lapaille era sistemato su un vasto granaio che sovrastava la loro intera casa e í canarini erano alloggiati in grandi voliere che, al nostro passaggio, assumevano la caratteristica posizione del Bossu.
    Canarini non eccezionali ma di caratteri tali da paralizzare il povero Dawans: taglia sui 14-15 cm., collo lungo, testa piccola protesa in avanti, posizione eretta, vaste zone arricciate.
    Da dove potevano provenire canarini di così insolite ma inconfondibili caratteristiche? Soltanto da Anversa. Infatti si trattava delle rimanenze del ceppo di quel Meewen Robbens che Dawans ed amici avevano inutilmente cercato nel 1920.

    La collaborazione con Lapaille

    Da quel momento Dawans e Lapaille divennero amici e collaboratori. Dawans, messo l' amico al corrente delle sue esperienze, lo convinse ad accoppiare certi suoi canarini con degli York, certi altri con dei Malinois e una decina con canarini suoi di particolari caratteristiche. Per la stagione cove 1938 Dawans riuscì a mettere in riproduzione 30 coppie, Lapaille 20 perseguendo tre linee selettive: York, Malinois e Bossu. Nei 50 soggetti prodotti da Lapaille nessun canarino denunciava la minima parentela con York e Malinois mentre tutti avevano la « gobba » e la tendenza alla posizione del Bossu.
    A quel tempo - e i risultati di Lapaille sembravano confermarlo - Dawans riteneva che la « gobba » fosse ereditaria, dominante e dovuta ad una deformazione della colonna vertebrale.

    Nessuna deformazione anatomica nel Bossu

    Per averne conferma scientifica i due amici sacrificarono uno dei loro migliori soggetti e lo fecero esaminare dal prof. Dupont del Museo di Storia Maturale di Bruxelles. La risposta fu inattesa: nessuna deformazione, la « posizione » del Bossu era del tutto naturale, forse di difesa. Del resto indagando nella letteratura Dawans riscontro che nessun autore aveva in passato chiamato .~ gobbo » il Bossu, ma « canarino belga », « canarino di posizione H, « grande gantese », etc. Questa constatazione esigeva una pausa ed un ripensamento.

    Gli indirizzi selettivi seguiti dai due amici

    Alla fine i due amici sorteggiarono dai loro allevamenti i 50-60 soggetti che più spiccatamente possedessero 1, 2 0 più qualità del vecchio standard del Bossu, dovute a caratteri trasmisibili ieredilrariamente, che accoppiarono avvedutamente con l'intendimento di riunire quante più fossero possibili nello stesso ceppo e alla fine nello stecco canarino. I caratteri che più erano comuni e maggiormente li interessavano in quel preciso momento erano:
    i. posizione diritta sul posatoio;
    2. spalle alte;
    3. gambe forti simili a quelle dello York; 4. collo lungo;
    5. coda lunga.
    Dopo due anni di selezione in questa direzione i due allevatòri belgi avevano creato diverse « linee » ognuna caratterizzata dall'evidenza di 2 o più qualità di base del Bossu che abbisognavano soltanto d'essere perfezionate eliminando ili inevitabili difetti, carenze od eccessi.
    Nel 1940 Dawans e Lapaille possedevano almeno 10 coppie ciascuno con i migliori caratteri razziali del vecchio Bossu bisognose solo d'essere perfezionate o corrette per quanto riguardava:

    1. la taglia, generalmente piccola;
    2. la testa, ancora troppo grossa;
    3. il collo, piuttosto corto;
    4. il piumaggio, con troppe arricciature;
    5. la schiena, generalmente diritte ma cave anziché piene.

    Tutti questi difetti, carenze od eccessi, erano facilmente rimediabili se si tiene presente che i due amici possedevano complessivamente uno stock di 150 canarini tra i quali scegliere i caratteri antagonisti o correttivi che interessavano per ogni caso. Ma ecco di nuovo 1' imponderabile, la sfortuna che perseguitava il nostro Dawans, di nuovo la guerra!

    Di nuovo la guerra!

    Breve o lunga che potesse essere, ognuno per suo conto i due amici si prepararono a superarla coi loro uccelli con il minor danno possibile. Ridussero al minimo lo stock trattenendo i soggetti migliori, fecero provviste di scagliola e semi d'importazione prevedendone la penuria e si proposero di sfruttare al massimo gli alimenti naturali (cereali, erbe selvatiche e loro semi). Ma la guerra non solo fu più lunga del previsto ma ci fu, dopo una prima liberazione dall'invasione tedesca, la durissima battaglia delle Ardenne e i terribili bombardamenti delle V1 su Liegi ai quali Dawans sopravvisse con la famiglia, ma perdette casa e canarini, mentre Lapaille era morto nel '42. Dawans ritenta per la terza volta

    Dopo vent'anni di tentativi e di sforzi tenaci a Dawans non restava che la grande esperienza vissuta alla luce della quale ripartì, per la terza volta, con una costanza e fermezza di carattere che la storia della canaricoltura mondiale non ha eguali, nel 1952 allorquando sul mercato mondiale erano di nuovo reperibili i particolari soggetti di cui abbisognava per l'ultimo e definitivo balzo.

    Le vicende di quest'ultimo periodo sono state meno complesse e più fortunate delle precedenti per un altro fatto ancora sorprendente ed eccezionale. Infatti mentre Dawans riusciva nel '52 a reperire sul mercato continentale gli York, e i Malinois vecchio tipo che gli abbisognava, non vi trovò - neanche un Arricciato del Sud. Ma ecco venirgli incontro la fortuna. Lesse, infatti, su « Cage and Aviary Birds » che in Scozia certo Tom Auchterlowie stava lavorando, dal:a fine della guerra, per la ricostruzione dello Scotch seguendo pressapoco gli indirizzi selettivi di Dawans

    L'aiuto provvidenziale di un collega inglese che ricostruiva lo Scotch
    Dawans si mise subito in contatto con il collega inglese che gli cedette, per la stagione del '54, due eccellenti femmine Arrtcciate, belle e sane anche piccole, ma con un'ottima posizione, collo lungo e testa piccola.

    Per la stagione del '55 gli promise anche 2 maschi arricciati dello stesso ceppo. Con York e Malinois di vecchio tipo e questi arricciati del sud, Dawans creò tre linee seletti

    1. York x arricciata
    2. Malines x arricciata;
    3 York x Malinois.

    L'anno successivo, quando ebbe 2 maschi arricciati portò a 6 le linee selettive.
    I risultati furono subito assai più soddisfacenti che in passato. Evidentemente, osservando lo Scotch della foto di Tom Auchter:che (che ripubblichiamo) erano stati determinanti alla ricostruzione del Bossu gli Arricciati del Sud cedutigli dall'allevatore inglese. Anche incrociati ai soli York di buon ceppo, presto o tardi avrebbero dato s:a il Bossu che lo Scotch. Il canarino della foto dell'allevatore inglese è indubbiamente più Bossu di molti canarini prodotti attualmente come tali. Non bisogna infatti dimenticare che i migliori ceppi York hanno lontano sangue Bossu e che anche l'azione dello York moderno, con la coda leggermente rialzata e le spalle altissime, gli derivano dal Bossu.

    Le organizzazioni mondiali accettano il nuovo Bossu di Dawans

    Già nel 1958 un articolo con foto di Tielens, che dava per ricostruito definitivamlente il vecchio Bossu, faceva il giro delle riviste ornitologiche d' Europa e d'America. Nel frattempo Dawans stava frequentando le prime mostre e raccogliendo i primi entusiastici consensi e riconoscimenti ufficiali fino alla conquista del campionato mondiale 'O. I. O. dei canarini di forma di qualche anno fa e alle recentissime delle mostre specialistiche di Anversa e dei Campionati mondiali COM di Malines.

    Presentemente i canarini provenienti dal suo allevamento costituiscono la base dei migliori specialisti sia belgi che stranieri, ma l'eccezionale signo, Dawans dopo 50 anni di lavoro non è ancora soddisfatto del suo canarino e parter7a con certo distacco agli elogi e agli entusiasmi degli appassionati di tutto il mondo comportandosi, nei confronti del suo Bossu, come un artista di fronte alla sua opera immortale che vorrebbe perfetta, come lui l'ha concepita e non come gli altri la vedono. Vedremo assieme questi suoi concetti esaminando lo standard del « moderno » Bossu.

    (conitnua)


  2. #2
    Senior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di andiok

    L'avatar di andiok
    Registrato dal
    24-04-09
    residenza
    Tirana
    Messaggi
    1,522

    Bel articolo come sempre marco.
    complimenti

  3. #3
    Expert Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di john fernandez


    Registrato dal
    10-04-09
    residenza
    San Gwann
    Messaggi
    3,173

    Bossu Belga

    Come sempre esauriente e ben scritto. E' di sicuro di un gran aiuto a chi sta considerando di allevare questa splendida razza. Complimenti e vai avanti cosi.
    Saluti

  4. #4
    Senior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di canariosiculo

    L'avatar di canariosiculo
    Registrato dal
    26-04-08
    residenza
    Sicilia
    Messaggi
    214

    grazie marco...il bossu è un canarino stupendo e se ne parla fin troppo poco...

  5. #5
    Senior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di pietro alessio di maria

    L'avatar di pietro alessio di maria
    Registrato dal
    23-11-07
    residenza
    palermo
    Messaggi
    650

    Complimenti Marco per l'articolo, io ho allevato fino a quest'anno bossù,li ho tolti per motivo di spazio,posso dire che questa razza è una delle più affascinanti ed eleganti in assoluto!!!

  6. #6
    Divulgatore del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di cocorita


    Registrato dal
    11-07-07
    residenza
    loano
    Messaggi
    265
    ho anch'io i bossu' ceppo motta,grazie del bellissimo articolo!([[[[

  7. #7
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di giallointenso78

    L'avatar di giallointenso78
    Registrato dal
    17-06-09
    residenza
    Siracusa
    Messaggi
    42

    complimenti per l' articolo, sapere le origini di razze che non allevo penso che sia molto utile .
    Cornelio Alì

+ Rispondi

Discussioni simili

  1. La ricostruzione moderna del Bossu Belga-AOB 3
    Da marco cotti nel forum Bossu belga
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 08-08-09, 13: 16
  2. La ricostruzione moderna del bossu belga - aob
    Da marco cotti nel forum Bossu belga
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 25-06-09, 00: 50
  3. Bossu belga
    Da Linda Crippa nel forum Bossu belga
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 22-06-09, 00: 02
  4. il bossu belga
    Da davide.ficano nel forum Bossu belga
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 13-03-09, 19: 53
  5. Bossu Belga - La storia e lo standard
    Da giuseppe grossi nel forum Bossu belga
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 06-03-09, 19: 15

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi