Il nuovo editoriale dal titolo ""PASSIONE ARRICCIATI "" - a disposizione gratuita dei nostri soci e simpatizzanti, nell'apposita sezione Editoriali dell’A.O.E.
+ Rispondi
Visualizzazione dei risultati da 1 a 9 su 9

Discussione: Materiale per nido Taranta

  1. #1
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di Maresme

    L'avatar di Maresme
    Registrato dal
    22-03-10
    residenza
    Barcelona
    Messaggi
    25

    Materiale per nido Taranta

    Ciao,Vorrei sapere quali materiali si mette nel nido per le coppie di Taranta e le dimensioni del nido, saluti

  2. #2
    Royal master Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di PierpaoloPalozzo

    L'avatar di PierpaoloPalozzo
    Registrato dal
    29-02-08
    residenza
    Francavilla al Mare (CH), Abruzzo
    Messaggi
    1,289

    Ciao,
    come materiale ti consiglio il faggiolino (truciolo di faggio), se non riesci a reperirlo si può utilizzare della segatura depolverizzata.
    Dimensioni del nido 25 cm larghezza x 18 cm di profondità per 15 cm di altezza, a doppia camera con divisoria e piano di ingresso rialzato rispetto alla camera di cova
    Ciao,
    Pierpaolo


    AIAP 001





    www.allevamentodelsole.it

  3. #3
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di Maresme

    L'avatar di Maresme
    Registrato dal
    22-03-10
    residenza
    Barcelona
    Messaggi
    25

    Gracie Pierpaolo,quando mi dici il nido d'ingresso rialzato respetto a la stanza di incubazione, vuol dire che il nido è a forma di L, o è un nido nel buco dovrebbe essere collocato nella parte più alta del nido? Saluti

  4. #4
    Royal member del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di ale9gri

    L'avatar di ale9gri
    Registrato dal
    30-12-08
    residenza
    Benevento
    Messaggi
    591

    Io per riprodurre i miei taranta uso un nido classico per agapornis diviso da un separè imbottito di paglia.
    Alessandro Porcaro RNA:45MW
    e-mail: ale9.roma@alice.it sito web http://www.allevamentopullopolis.it



    ISCRIVETEVI AL GRUPPO SOCIALE ALLEVATORI AGAPORNIS
    http://lnx.ornieuropa.com/forum/group.php?groupid=3

  5. #5
    Royal master Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di PierpaoloPalozzo

    L'avatar di PierpaoloPalozzo
    Registrato dal
    29-02-08
    residenza
    Francavilla al Mare (CH), Abruzzo
    Messaggi
    1,289

    Quote Originariamente inviata da Maresme Visualizza il messaggio
    Gracie Pierpaolo,quando mi dici il nido d'ingresso rialzato respetto a la stanza di incubazione, vuol dire che il nido è a forma di L, o è un nido nel buco dovrebbe essere collocato nella parte più alta del nido? Saluti
    divido il nido cosi:
    1/3 per l'ingresso, a cui faccio un fondo rialzato, poi 2/3 per la camera di cova, con un setto di separazione alto 6 cm
    Ultima modifica di PierpaoloPalozzo; 01-04-10 a 12: 35
    Ciao,
    Pierpaolo


    AIAP 001





    www.allevamentodelsole.it

  6. #6
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di Maresme

    L'avatar di Maresme
    Registrato dal
    22-03-10
    residenza
    Barcelona
    Messaggi
    25

    Ok, grazie mille

  7. #7
    Segretaria nazionale FEO
    Nazionalità:
    La bandiera di Linda Crippa

    L'avatar di Linda Crippa
    Registrato dal
    25-11-07
    residenza
    Trezzano Rosa
    Messaggi
    3,088

    Io ho diverse coppie di taranta e ve ne sono un paio che non amano i nidi a doppia camera ma hanno optato per uno a camera unica. In generale comunque anch'io sfrutto i classici a doppia camera per agapornis. All'interno metto uno strato di torba e pezzetti di rami di salice. Se la femmina inizia a svuotare il nido (è un buon segno perchè probabilmente si sta preparando a depore) devi prontamente riempirlo nuovamente. Continua così fino a quando non vedrai che ha formato una conca sul fondo. Allora non toccare più nulla.

    I metodi, la scelta dei nidi e dei materiali d'imbottitura sono diversi e con animali così particolari non devi far altro che provare e trovare la soluzione che li metta più nella condizione di riprodursi. Spesse volte non è tanto il materiale d'imbottitura o la forma del nido ma l'ambiente, l'alimentazione e la situazione fisica a determinare o meno il successo riproduttivo.

    LINDA CRIPPA - F.E.O. r.a.e. 0007 - A.O.B. SV077 - TESSERA AIAP 003
    http://www.feo-italia.it/
    http://www.facebook.com/home.php?#!/...group_activity

  8. #8
    Junior Member
    Nazionalità:
    La bandiera di Maresme

    L'avatar di Maresme
    Registrato dal
    22-03-10
    residenza
    Barcelona
    Messaggi
    25

    Grazie mille Linda, la sua spiegazione, vedo che hai molta esperienza ne l'allevamento di Agapornis Taranta, cerca di seguire le linee guida e alcuni dei miei amici che hanno gli allevatori Taranta, sei buono e bello uccelli, saluti

  9. #9
    Royal member del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di ale9gri

    L'avatar di ale9gri
    Registrato dal
    30-12-08
    residenza
    Benevento
    Messaggi
    591

    Inoltre puoi capire se la femmina è pronta a deporre se trovi le sue penne.Infatti quest'ultima durante la cova ne strappa molte.
    Alessandro Porcaro RNA:45MW
    e-mail: ale9.roma@alice.it sito web http://www.allevamentopullopolis.it



    ISCRIVETEVI AL GRUPPO SOCIALE ALLEVATORI AGAPORNIS
    http://lnx.ornieuropa.com/forum/group.php?groupid=3

+ Rispondi

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi