Nuova guida dal titolo "ERBE PRATIVE" messa a disposizione gratuita per tutti i nostri utenti nella cartella "Iniziative" della sezione Associazione Ornitologica Europea
+ Rispondi
Pagina 2 di 2
primaprima 1 2
Visualizzazione dei risultati da 11 a 16 su 16

Discussione: Specie non comuni in cattività ma che si possono trovare

  1. #11
    Master Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Riccardo Pallaoro

    L'avatar di Riccardo Pallaoro
    Registrato dal
    30-04-11
    residenza
    Padova
    Messaggi
    938

    ok grazie Roberto, bugio13 e anche Lollo!!!
    Comunque Lollo secondo me voleva dire che sarebbe un esperienza fantastica avere delle specie rare e che però come dice anche Simone bisogna cominciare dalle cose più facili.... Anche nel commercio se hai specie rare diventi anche più importante...

  2. #12
    Royal member del Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di bugio13

    L'avatar di bugio13
    Registrato dal
    06-02-09
    residenza
    padova
    Messaggi
    569

    Tu dici che se hai specie rare diventi più importante nel commercio.....
    Può essere che tu abbia ragione, ma poi bisogna vedere il concetto che uno ha di importanza....

    Io nell'allevamento cerco il benessere dei miei animali e la mia soddisfazione personale nel vederli, poi di essere importante o no mi interessa relativamente…..Certo, è una soddisfazione per me vedere e sentire che quei pochi che acquistano dei soggetti da me poi hanno delle soddisfazioni e tornano, e in quello mi sento importante e onorato……
    LUIGI BUGIN

    TESSERATO ASSOCIAZIONE ORNITOFILI VENETI
    RNA FEO n. 0473

    VISITATE IL MIO SITO:
    http://allevamentobugio13.jimdo.com/


  3. #13
    Master Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Riccardo Pallaoro

    L'avatar di Riccardo Pallaoro
    Registrato dal
    30-04-11
    residenza
    Padova
    Messaggi
    938

    si ma io dicevo in questo senso....

  4. #14
    Master Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Lollo93

    L'avatar di Lollo93
    Registrato dal
    28-07-10
    residenza
    Verona
    Messaggi
    802

    beh roberto, la penso anch'io come te, ma giusto per rispondere a ricky gli ho fatto un esempio a grandi linee, e diciamo che ci sono pappagalli rari che è ovvio che potrebbe piacere averli, però ammetto che pure a me non piacciono certi rari (per esempio, il pullaria a me non dice niente)...

    comunque ricky, ricorda anche che comporta maggiori complicazioni allevare specie poco conosciute...
    per esempio io ho sempre avuto rosei, e per sfizio mesi fa mi presi una coppia di lilianae, che sono rari... nonostante io sia riuscito a riprodurli senza problemi, ora non faccio altro che riprodurre gli stessi genitori, perchè non ho altre coppie (in realtà si era preso una coppia anche mio nonno, ma non è riuscito a riprodurli) inoltre al momento sono di difficile reperimento altre mutazioni dei lilianae, quindi in poche parole sono in un vicolo cieco.. ogni tanto riproduco questi genitori, e quelli che ottengo nemmeno posso venderli come coppie...
    cioè è un casino in poche parole.. XD
    ora ci penserò un altra volta prima di prendere roba rara... e se la prendo, sicuramente non prenderò una sola coppia (quindi, altre coppie, altri soldi spesi)..



    RAE 0316

  5. #15
    Classe A Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Simone Durigon

    L'avatar di Simone Durigon
    Registrato dal
    24-11-10
    residenza
    Cisterna di Latina
    Messaggi
    1,902

    Ricky, l'importanza nel commercio è una sola: guadagnare dei soldi, e questo a volte cozza con la nostra passione di allevatori perchè se dovessimo badare solo al lato dei conti, allora dovremmo tirare al minimo le spese e aumentare al massimo la produzione.

    In altre parole:

    ho una coppia, e anzichè accontentarmi della covata annuale, gli rubo le uova 1 o 2 volte e le metto in incubatrice, lasciando a loro la 3° covata. in questo modo produco il triplo, ma ogni anno che passa la mia femmina ne risente, si spiuma e il suo organismo "lavora" più del dovuto. Non appena questa femmina avrà 10 o 15 anni, e magari mi fa una covata infeconda, dovrei riciclarla e passarla a qualcun'altro anzichè stare a capire cosa è successo. Se vedo che il maschio ha un problema di salute e il prezzo di un'altro maschio è fino ai 200 euro, non lo curo, ma lo lascio morire perchè non mi conviene.

    Questo è un esempio di importanza nel commercio. Io non credo che tu voglia fare questo, personalmente sono lontano anni luce da tutta questa filosofia...
    Simone Durigon

    Allevatore amatoriale


    www.allevamentodurigon.com

    (Pionites / Pionus / Poicephalus)




  6. #16
    Master Forum
    Nazionalità:
    La bandiera di Lollo93

    L'avatar di Lollo93
    Registrato dal
    28-07-10
    residenza
    Verona
    Messaggi
    802

    anche perchè, in qualsiasi passione/hobby (compresa la nostra), alla fine si spende e basta..
    anche se ora venderò la decina di novelli che ho ottenuto non andrò mai sopra alle spese delle gabbie, delle voliere, del mangime, degli accessori, degli uccelli comprati ecc ecc..
    quindi tanto vale.. uno ci mette la passione e basta



    RAE 0316

+ Rispondi
Pagina 2 di 2
primaprima 1 2

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi